Home » Salute » Benessere » Dentosofia

Dentosofia

Scienza olistica che studia come curare i denti rapportandoli al nostro corpo e all'ambiente che ci circonda.

Dentosofia

Anche i denti hanno una loro filosofia e nello specifico si chiama dentosofia; questa scienza si basa sull'interpretazione dei denti sotto una luce non esattamente accademica ma olistica, ovvero vedere il dente e i problemi che da esso possono sorgere collocati in un'ottica più ampia e non “causa-effetto”.

La terapia dentosofica cerca di creare un equilibrio tra la bocca e il resto dell'organismo, si tratta di un nome di derivazione in parte latina per dens, cioè dente, e in parte greca per sofia, ovvero saggezza, quindi tradotto sarebbe “saggezza del dente”. Questa disciplina curativa si può ritenere appartenente alle medicine alternative.

Credits: Foto di @Grayerbaby | PixabayLa dentosofia nasce negli anni '50 da due professori francesi: René Soulet e André Besombes, i quali inventano un apparecchio chiamato attivatore plurifunzionale, costruito in caucciù e destinato prima ai bambini ma poi utilizzato anche sugli adulti. I risultati emersi dalle prime applicazioni sono migliori se paragonate al classico apparecchio per denti.
Questo nuovo approccio è stato poi seguito negli anni successivi da altri medici, tra cui i francesi Rodrigue Mathieu e Michel Montaud negli anni '80, offrendo al pubblico il primo attivatore a doccia.
Questo particolare strumento chiamato attivatore permette una normale ripresa non solo a livello di una corretta masticazione ma anche a livello di respirazione. L'attivatore è diverso dal più conosciuto bite, usato per il bruxismo, poiché, mentre il secondo una volta tolto non svolge più alcun stimolo nella bocca, l'attivatore risolve il problema in maniera definitiva.
Come affronta i problemi in bocca la dentosofia rispetto all'approccio tipicamente odontoiatrico? Prendendo l'esempio di una carie: mentre l'odontoiatra classico cura la carie andando a rimuovere il tessuto danneggiato attraverso strumenti meccanici e con successiva otturazione, chi pratica la dentosofia agisce attraverso l'uso del laser e con materiali biocompatibili.

Secondo la dentosofia alla nascita la bocca è sana e in completo e totale equilibrio, questo può essere rotto durante la crescita dell'organismo nel corso degli anni attraverso la masticazione non corretta, la suzione, la fonazione e la respirazione. L'insorgere delle problematiche potrebbe essere ad esempio legato appunto alla respirazione frequente con la bocca invece che con il naso, oppure una particolare masticazione che predilige un lato della bocca invece che in modo equo entrambi.
Ecco allora i denti che assumono posizioni non corrette ed ideali, si sovrappongono l'uno all'altro e il danno non è solo estetico ma anche psicologico, visto che un bel sorriso rende più belli tutti!
Secondo gli esperti di dentosofia la parte destra della bocca rappresenta la parte maschile mentre quella sinistra la parte femminile, secondo questa nuova filosofia e disciplina, se compare una carie sulla parte sinistra vi saranno probabili problematiche legate alla parte femminile che vi è in ciascuno di noi.
Esistono degli esercizi specifici da fare quotidianamente per riportare il sano equilibrio in bocca e a questo proposito vi è un interessante libro Denti&Salute di Terra Nuova Edizione scritto da Michel Montaud.

Inoltre secondo la dentosofia vi sarebbe una correlazione tra i denti posizionati in modo non corretto e:

  • difficoltà di concentrazione
  • ipercinesia nei bambini
  • disturbi del sonno
  • stress, depressione
  • problemi della sfera otorinolaringoiatrica
  • problematiche allergiche
  • disturbi dell’equilibrio
  • dolori articolari
  • mal di testa
  • mal di schiena
  • dislessia

Avere una bocca sana e ben funzionante è vantaggioso e sicuramente ricopre un ruolo importante anche sotto l'aspetto di economia in una famiglia, quindi meglio conoscere gli alleati per avere un bel sorriso.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  denti   sorriso  
CONDIVIDI

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami