Home » Salute » Benessere » Culotte de cheval: i migliori rimedi per combatterla - Parte 2 di 2

Culotte de cheval: i migliori rimedi per combatterla

Parte 2 di "Culotte de cheval: i migliori rimedi per combatterla"

Non solo gambe!
Allenare solo la parte inferiore non è sufficiente per ottenere i risultati sperati: concentrarsi esclusivamente sull'inestetismo può addirittura peggiorare la situazione. Per alleggerire le gambe dal ristagno dei liquidi è fondamentale allenare anche i muscoli delle braccia e del tronco. La stimolazione alternata della muscolatura superiore ed inferiore è un metodo efficace per accelerare il metabolismo e favorire lo smaltimento dei liquidi.


Creme &Co.
Per completare il programma di eliminazione della culotte de cheval è necessario individuare i prodotti giusti e i trattamenti fai da te per ridurre gli accumuli adiposi. I principi attivi che non devono mancare nelle creme per il trattamento della zona in esame sono la caffeina, le alghe e la carnitina, tutti ad effetto lipolitico.
Per un trattamento d'urto sono ottimi i fanghi: in commercio ce ne sono davvero tanti ma se non si vuole spendere un patrimonio è possibile realizzarli in casa da soli con il cacao.

Un altro prodotto consigliatissimo è lo scrub: elimina le cellule morte e stimola la microcircolazione facilitando così la penetrazione dei principi attivi dei prodotti che si applicano per il trattamento locale. Anche in questo caso il fai da te è una soluzione eccellente: si può optare per il semplice scrub a base di olio e sale, oppure sceglierne uno tra quelli anticellulite, come ad esempio il thalasso scrub, più sofisticato e completo.

Riguardo le creme c'è l'imbarazzo della scelta, però la prima cosa da valutare è la texture. Prodotti in gel sono di più rapido assorbimento, quindi comodi da applicare ad esempio dopo la palestra quando ci si deve rivestire subito. È bene sapere però che le creme più corpose richiedono un massaggio più lungo per il loro assorbimento e l'automassaggio è uno dei modi migliori per combattere la cellulite, dato che stimola la circolazione e riduce i cuscinetti localizzati.
Sarebbe bene quindi abbinare un gel da applicare quando si ha più fretta ad una crema più ricca, da massaggiare per almeno dieci minuti con movimenti rotatori partendo dal basso verso l'alto.

Di Elisa Gamberi, © Riproduzione Riservata

PAGINA 2 DI 2
1 2
TAG  cellulite  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami