Home » Salute » Benessere » Convivere con un tumore

Convivere con un tumore

Malattia, cure, controlli: convivere con un tumore non è facile, sia dal punto di vista fisico che psicologico che sociale. Vediamo come poterci convivere al meglio.

Convivere con un tumore

In Italia ci sono circa 2milioni di persone malate di tumore e ogni anno si registrano circa 250mila nuovi casi. Oggi le cure e i farmaci disponibili offrono una sempre maggiore speranza di guarigione, ma persistono alcuni effetti secondari tipici delle terapie, soprattutto sul piano alimentare, estetico e sessuale, che rendono il percorso di cura più difficile, condizionando la qualità della vita, con ripercussioni psicosociali e relazionali. Ma convivere con un tumore oggi è un po’ più facile.

Sul lavoro
Chi è colpito da un tumore ha diritto per legge a lavorare part-time per continuare a condurre una vita il più possibile normale, compatibilmente con le esigenze di cura e convalescenza. Inoltre poi si può tornare al tempo pieno appena le proprie esigenze cambiano.

Visite e esami esenti dal ticket
Per poter affrontare al meglio le cure è importante informarsi accuratamente presso la propria Asl circa i propri diritti e come farli valere. Per esempio si ha l’esenzione totale del ticket per:

  • farmaci antitumorali e contro le complicanze
  • visite e esami relativi alla malattia
  • supporti riabilitativi.

Bellezza: prendersi cura di sé
La chemioterapia agisce su tutte le cellule dell’organismo che proliferano attivamente, comprese quelle di pelle, capelli e unghie. La pelle si secca e si altera la pigmentazione facendo comparire talvolta delle macchie. Possono poi manifestarsi eritemi e acne transitoria e compaiono ulcerazioni alle dita o in altre zone. I capelli cadono o subiscono alterazioni del colore e dello spessore, le unghie sono fragili e si possono spezzare.
È importante per questo motivo prendersi cura del proprio aspetto estetico, sia per il tono dell’umore sia perché sentirsi bene con se stessi aiuta ad accettare con più serenità il percorso di cura.
Esistono creme idratanti per la pelle secca e per i capelli si ricorre a parrucche per coprire la caduta transitoria: ce ne sono di belle, che non hanno nulla di finto.
Da tre anni poi, l’associazione La forza e il sorriso propone in strutture ospedaliere e associazioni aderenti laboratori di make up gratuiti: in piccoli gruppi si impara, grazie all’aiuto di consulenti di bellezza e al supporto di una psicologa, a scegliere ed applicare il trucco adatto alle proprie caratteristiche per fronteggiare le conseguenze dei trattamenti di chemioterapia e radioterapia.

Chiedere aiuto
Nei reparti oncologici spesso ci sono membri di associazioni di volontariato che offrono supporto alle famiglie e ai malati, aiutandoli a conoscere le agevolazioni e seguendoli nella cura. L’Aimac ha aperto uno sportello di aiuto al numero verde 840503579 a cui rispondono medici, avvocati e psicologi.

Vita sociale: no all’isolamento
Scoprire di avere un tumore è spesso un duro colpo, soprattutto a livello psicologico: ci si chiude in se stessi, si perde interesse per tutto e ci si isola. La malattia stravolge i ritmi abituali e spesso stanchezza e dolore possono richiedere momenti di solitudine e di distacco dagli altri. Ma un approccio positivo alla cura è fondamentale per la sua riuscita; è importante reagire e mantenere il più possibile la vita a cui si era abituati e continuare ad avere relazioni sociali. Si può fare quasi tutto, ovviamente ascoltando il proprio organismo. Sì alle passeggiate nelle ore più tiepide della giornata o a pomeriggi con gli amici. Se poi ci si sente stanchi ci si può prendere un momento di riposo.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  tumore  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami