Home » Salute » Benessere » Collo da Sms: sempre più giovani rischiano la gobba - Parte 1 di 2

Collo da Sms: sempre più giovani rischiano la gobba

Smartphone e tablet non solo hanno cambiato la vita... ma pare stiano modificando anche corpo e postura. Il chiropratico James Carter ha mostrato radiografie piuttosto preoccupanti che mostrano giovani e meno giovani sempre più curvi

Collo da Sms: sempre più giovani rischiano la gobba

Se da un lato gli strumenti digitali hanno cambiato la vita consentendo di comunicare velocemente con chiunque da ogni parte del mondo, il più delle volte vengono usati senza uno scopo preciso, ma solo per “spiare” i social network, guardare video e navigare in internet per combattere la noia.
Purtroppo però questa dipendenza da telefonini, tablet e smartphone non solo ha risvolti psicologici negativi, ma sta causando nelle nuove generazioni il cosiddetto “text neck” ribattezzato in italiano“collo da Sms”.
Il chiropratico australiano James Carter ha analizzato ed in seguito diffuso le radiografie di numerosi giovani “pazienti” evidenziando come la postura e la colonna vertebrale di ragazzi e ragazze siano sempre più inclinate e ingobbite.


Il risultato di ore trascorse sul telefonino
Il dottor Carter sostiene che il “collo da sms” nel 50% di casi colpisce gli adolescenti, ma il restante 50% dei pazienti è costituito da bambini e da adulti.
La causa è da ricercare nella moltitudine di ore, giorni ed anni chini, in modo innaturale, sui dispositivi elettronici che il più delle volte vengono tenuti in maniera scorretta creando una schiena a “zainetto” che causa dolore a spalle, collo e testa, oltre a tutta una serie di disturbi tipici di chi maneggia i tablet per troppo tempo.


Gli errori più comuni
Il Dott. Carlo Felice De Biase, ortopedico responsabile del reparto di Ortopedia dell'Ospedale San Carlo di Roma, sottolinea come tutti noi stiamo contribuendo al “Collo da sms” avendo atteggiamenti posturali scorretti.
In primis quando si scrive o consulta lo smartphone, il dispositivo viene quasi sempre tenuto in basso, costringendo testa e collo a piegarsi.
Poi, il più delle volte, durante una conversazione telefonica si tiene il cellulare tra testa e spalla, inclinando di lato il capo e alzando l'omero: questa posizione genera contratture che nel tempo si cronicizzano.
Infine quanti leggono tablet o cellulari stando a letto? È una cattivissima abitudine sia per la postura che per il benessere del sonno!

Di © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami