Home » Salute » Benessere » Cistite

Cistite

Fastidiosa e subdola, la cistite è uno dei disturbi femminili più frequenti.

Cistite

La cistite spesso colpisce durante le ferie o al rientro, dopo bagni di sole e di mare. Si manifesta con dolori al basso ventre, bruciore e difficoltà durante la minzione. Le sue origini sono batteriche, per questo spesso è necessaria una cura antibiotica, ma anche porre attenzione alla dieta e ad alcune semplici regole igieniche. Vediamo quali sono i consigli utili.

Cos’è a cistite?Cistite femminile
La cistite è un’infiammazione della vescica, l’organo che raccoglie l’urina prima che venga espulsa. La maggior parte delle volte questo disturbo è causata da batteri che popolano l’ultimo tratto dell’intestino e che possono raggiungere la vescica dall’esterno, risalendo attraverso l’uretra, oppure dall’interno, trasportati dal sangue o provenienti da organi come i reni.
Nell’80% dei casi la cistite è causata dal batterio Escherichia, un organismo presente nelle feci e che popola l’intestino. In altri casi i responsabili sono alcuni germi intestinali come lo Stafilococco epidermis, lo Streptococco fecalis e il Proteus vulgaris, che scatenano la cistite anche con il semplice uso di un asciugamano o da scarsa igiene.

Dolori della cistiteCome si manifesta
Le manifestazioni tipiche sono il bisogno frequente di urinare, il dolore e il bruciore al momento del fare la pipì, la sensazione di pesantezza e di bisogno di svuotare di continuo la vescica. Spesso poi le urine sono maleodoranti e hanno un colore torbido, con eventuali tracce di sangue o pus. Nei casi più acuti si aggiunge anche febbre e brividi tipici dell’infezione allo stadio avanzato.
Prevenire la cistite
Ci sono alcune semplici regole, che se adottate quotidianamente possono ridurre il rischio di contrarre la cistite.

  • Corretta igiene personale: è importante che le donne, dopo ogni defecazione e ogni rapporto sessuale, si lavino correttamente con un detergente intimo dal ph leggermente acido, con movimenti che vanno dal davanti al dietro, in modo da evitare il trasporto dei batteri.
  • Intestino pulito: la stitichezza favorisce la comparsa di cistite, perché le feci che ristagnano nella vescica aumentano il proliferarsi di germi.
  • Attenzione all’abbigliamento: la biancheria intima sintetica o i pantaloni troppo aderenti possono impedire la normale traspirazione delle parti intime e favorire la diffusione dei batteri; anche il costume bagnato, alla lunga crea la condizione favorevole per i batteri.
  • Sicurezza nei rapporti sessuali: avere rapporti sessuali occasionali non protetti causa cistite. Bisognerebbe evitare le creme spermicide, le spirali e i diaframmi che sono veicolo di batteri. Prima e dopo un rapporto sessuale è consigliato svuotare la vescica.

Cura cistiteCura
In caso di sintomi sospetti, l’ideale sarebbe eseguire un esame delle urine, per poi seguire la terapia antibiotica migliore. Inoltre è consigliato bere molta acqua, mangiare in bianco, eliminare caffè e spezie, fritti e agrumi. Tra i rimedi verdi il mirtillo rosso è sicuramente il migliore; ma anche gli infusi di uva ursina e la pilosella sono ottimi per liberare la vescica e disinfiammarla.

Mai trascurare i sintomi
Se trascurata o non curata adeguatamente la cistite può ripresentarsi nel tempo e in questi casi diventa cronica e può intaccare gli organi vicini come reni e vie urinarie. In questi casi è importante recarsi dal ginecologo per effettuare controlli adeguati e seguire la terapia più mirata.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  cistite  
CONDIVIDI

3 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da atropina
     

    Non concordo ne' con l'uso degli antibiotici, ne' con quello dei detergenti intimi, ne' con quello dei mirtilli.

    Io con gli antibiotici (presi per 4 anni di fila), sempre mirati in base all'antibiogramma e per periodi anche lunghissimi di 6 mesi consecutivi, non ho mai risolto nulla. Anzi, peggioravo di anno in anno non solo a livello vescicale, ma anche intestinale e vaginale instaurando un potente circolo vizioso che sono riuscita a spezzare solo quando ho smesso di assumere antibiotici (dopo 4 lunghissimi anni di sofferenza). Anche i mirtilli, la vitamina c e tutti i prodotti acidificanti han fatto sì che il quadro peggiorasse sempre di più (era come mettere del succo di limone su una ferita aperta: l'infiammazione aumentava ulteriormente anche se non avevo più batteri). Contemporaneamente ho cominciato ad assumere d-mannosio (uno zucchero naturale che si attacca ai batteri impedendogli di attaccarsi alla vescica), fermenti lattici vaginali (per ripristinare la flora batterica vaginale, prima difesa che una donna ha contro il passaggio dei batteri dall'ano all'uretra) ed orali (per ripristinare la flora intestinale rovinata anch'essa dalle terapie antibiotiche), ho eliminato ogni detergente intimo (che alterava il ph vaginale e non faceva altro che asportare le secrezioni vaginali contenenti la poca flora batterica residua ed importanti sostanze difensive) e ho buttato sia i salvaslip che gli assorbenti sintetici che non permettevano alla pelle di traspirare crenado l'umidità ideale per la proliferazione batterica e micotica (quindi peggiorando le perdite per le quali mettevo il salvaslip!).
    Da allora (5 anni) non ho avuto più nulla! E non sono l'unica. Siamo sempre di più ad esser guarite in questo modo.

  2. Inviato da Beodicea
     

    Anche io non ho mai risolto nulla con gli antibiotici, anzi peggioravano solo la situazione con continue recidive, inoltre nessun tipo di integratore a base di mirtillo mi ha mai aiutata, il bruciore aumentava sempre di più!! Da quando ho scoperto il d-mannosio, grazie al forum di aiuto di una donna straordinaria, sono guarita, e come me tantissime altre donne!! Ho capito che non bisogna affatto acidificare, ma alcalinizzare, ho imparato a curare nel modo corretto l'igiene intima bandendo ogni tipo di detergente e a rinforzare le debilitate difese del corpo proprio con l'assunzione dei lattobacilli..se oggi sto bene lo debbo solo a Rosanna e al d-mannosio!!! Il sito è cistite . info e non è un sito dove si fa pubblicità, ma un luogo in cui ci si aiuta e ci si confronta, proprio come ha scritto Atropina!!! Lo consiglio a tutte

  3. Inviato da Elisa
     

    Il nostro sistema elimina in automatico i link perché tante persone li usano solo per farsi pubblicità.
    Ho lasciato l'indicazione del sito nel secondo commento.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami