Home » Salute » Benessere » Ciclo abbondante

Ciclo abbondante

Un flusso esagerato che limita le normali attività quotidiane e interessa 1 donna su 5: è l’ipermenorrea. Quando si parla di mestruazioni abbondanti ci si riferisce però a situazioni molto differenti tra loro, perché è difficile definire cosa si intende per “abbondate”.

 

Dolori mestrualiPerdite anormali

Se si considerano solo gli aspetti clinici, il flusso va considerato abbondante quando supera gli 80 millilitri a ciclo. Si tratta di un criterio preciso, ma difficile da verificare in pratica: come è possibile misurare le perdite della donna? I medici possono contare allora su un altro indice, il livello di emoglobina nel sangue. Se è basso e non ci sono altre cause, allora è possibile che la colpa sia di un ciclo troppo abbondante, che provoca perdite anomale di sangue. Tuttavia non sempre il valore dell’emoglobina è sufficiente per una diagnosi corretta, perché non sempre in presenza di ipermenorrea c’è un calo di questa proteina del sangue.

 

 La percezione del disturbo

Secondo i ginecologi è importante considerare anche il sintomo soggettivo per una valutazione completa. Non contano solo i giorni di mestruazioni, la quantità di sangue persa, il livello di emoglobina, ma principalmente il modo in cui la donna percepisce il periodo mestruale. Se il flusso è tale da incidere in modo negativo sulla qualità della vita, al punto da impedire di mettersi in costume o riposare tranquilla e limitare azioni quotidiane, allora si parla di ciclo abbondante. Molte donne sono limitate da questo disturbo e spesso si sentono stanche e accusano malesseri di vario genere. Tuttavia molte di loro percepiscono questo fatto come qualcosa di fastidioso, ma assolutamente normale, anzi alcune pensano che perdere molto sangue aiuti a depurare l’organismo. 

Mal di pancia

Le cause

Le cause che provocano questo disturbo possono essere diverse e varie a secondo dell’età. Fino a 40 anni, solitamente, si è in presenza di squilibri ormonali, in particolare c’è carenza di progesterone. Dopo i 40 invece, il flusso copioso è spesso legato alla presenza di polipi e fibromi uterini.

 

I segnali

Il flusso abbondante non deve essere considerato “normale”, ma può e deve essere affrontato. Per prima cosa bisogna inquadrare il problema e prestare attenzione a questi segnali:

  • A letto per il ciclose durante le mestruazioni non si conduce una vita normale;

  • se un assorbente non è sufficiente a offrire protezione e comfort;

  • se si devono usare formati maxi e cambiare assorbente ogni ora;

  • se in estate si rinuncia al costume;

  • se spesso ci si sente stanche, spossate e con la pressione a terra;

  • se si macchia spesso il letto.

Se si hanno tutti o alcuni di questi disagi sarebbe importante rivolgersi ad un ginecologo.

 Borsa dell'acqua calda

Le cure

Se il problema è di tipo ormonale, il ginecologo spesso prescrive un trattamento a base di progesterone, sotto forma di compresse, ovuli, gel o punture. Non sempre però questi farmaci sono efficaci, perché se da un lato riducono il flusso, dall’altro possono portare effetti collaterali. Spesso, quindi, si consiglia un sistema a rilascio intrauterino, una sorta di serbatoio dell’ormone progesterone, che lo rilascia in modo continuo per cinque anni. Il dispositivo viene applicato dal ginecologo e non viene più toccato, se non in caso di necessità. Riduce il flusso del 50% e ha anche un’efficacia contraccettiva superiore alla pillola.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

2 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da titty325
     

    Salve . Ho 48 anni , e purtroppo mi trovo in questa condizione, flusso abbondante, a mesi alterni , ma comunque limitanti. Ho un utero fibromotoso, assumo farmaci per lieve ipertensione, creatinina a 95 , il mio ginecologo nion mi prescrive la pillola. Che ne pensa ? Grazie

  2. Inviato da biancafracas
     

    gentile sig.ra, io non sono ginecologo, quindi non mi permetto di contestare la decisione del suo medico. ma se vuole togliersi dei dubbi, potrebbe chiedere il consulto di un altro specialista.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami