Home » Salute » Benessere » Chirurgia bariatrica: interventi contro l'obesità

Chirurgia bariatrica: interventi contro l'obesità

Risolvere un problema di obesità con i bisturi? La risposta è stata affermativa per più di 7600 grandi obesi operati nel 2012 in Italia, che si sono sottoposti ad un intervento di chirurgia bariatrica.

Chirurgia bariatrica: interventi contro l'obesità

A seguito di un' alimentazione incontrollata che perdura da molti anni, condizioni predisponenti a livello famigliare o problemi endocrinologici, come effetto abbiamo un numero di persone che soffrono di obesità, anche grave, che aumenta sempre più.

Molti alti anni fa, scegliere di entrare in sala operatoria per risolvere drasticamente un problema di obesità grave poteva far paura. Eppure nel tempo (le prime operazioni risalgono ai primi anni '70), la scelta di sottoporsi ad un intervento di chirurgia bariatrica è diventata sempre più presa in considerazione, soprattutto da tutti coloro che hanno lottato invano con peripezie dietetiche, insuccessi e soprattutto una situazione al limite del sociale.


Chirurgia bariatrica

Quando un obeso grave inizia ad avere problemi tali da compromettere la salute, fino alla vita stessa, la chirurgia bariatrica può rappresentare efficacemente la soluzione.
Le prime operazioni sono targate USA, solo in seguito, attraversando oceani e mari, sono giunte anche in Europa e quindi nel nostro Paese, dove, a forza di emulare stili di vita non esattamente “mediterranei”, si stanno sempre più manifestando problemi legati al sovrappeso prima e all'obesità poi.
La chirurgia per risolvere l'obesità è una scelta molto delicata, verso la quale si arriva dopo un lungo cammino, poiché quando la dieta, l'esercizio fisico e i trattamenti farmacologici non bastano più, il paziente con grossi problemi metabolici, cardiaci, circolatori, endocrinologici non riesce più a vivere in modo normale. In questo caso si deve ricorrere a cure particolari, perché spesso non si riesce a muoversi in autonomia, poiché l'obesità grave pesa moltissimo su articolazioni e ossa. Insomma i problemi si sommano e portano a prendere decisioni difficili, anche sotto il profilo psicologico.
Tra le scelte bariatriche a livello di interventi vi sono:

  • Pallone intragrastrico: una sfera di silicone viene sistemata a livello gastrico, con il fine di stimolare una sorta di sazietà artificiale. Il palloncino si rimuove dopo circa 6 mesi.
  • Bendaggio gastrico reversibile: pratica molto usata, si fissa un “cinturino” intorno allo stomaco, per rallentare il passaggio del cibo, in questo modo il paziente dovrebbe mangiare di meno.
  • Bypass gastrico: si salta una parte di stomaco e il cibo in questo modo passa più velocemente nell'intestino, si riduce quindi l'assorbimento.

Anamnesi
Prima di un un intervento così delicato è necessario capire se il soggetto è affetto da un disturbo del comportamento alimentare, ecco perché è importante nel team la figura dello psichiatra.
In sintesi, prima dell'intervento il paziente sarà seguito in un programma per controllare l'iperfagia, se alla fine di questo percorso l'esito sarà negativa, si opterà per un intervento in cui si mirerà alla riduzione dell'assorbimento dei nutrienti.


Numeri e statistiche sulla chirurgia bariatrica
Nel 2012 solo in Italia sono stati operati ben 7.645 grandi obesi; un dato significativo, che racconta di una malattia metabolica con un peso sociale, sanitario e di salute molto grave.
In Italia ci sono 6milioni di obesi, 25% in più rispetto a 20 anni fa! Di questi 700mila avrebbero bisogno di un intervento di chirurgia bariatrica.
Il team che segue questi pazienti è composto, oltre che dal chirurgo, dal dietologo, dallo psichiatra e dall'endocrinologo.
Un obeso grave è esposto ad un rischio di morte legato a questa scelta chirurgica pari all'1%, mentre se la sua situazione di obesità grave si protraesse in condizioni critiche senza un intervento, il rischio di morte salirebbe al 6%.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  obesità  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami