Home » Salute » Benessere » Alito cattivo: cause e rimedi

Alito cattivo: cause e rimedi

L'alitosi è una delle difficoltà a stare con gli altri, oltre ad essere un disturbo fastidioso, ma è tranquillamente risolvibile

Alito cattivo: cause e rimedi

E' un problema fastidioso e anche antisociale, l'alito cattivo ha diverse cause ma è possibile risolvere eliminando il problema alla radice o con qualche piccolo accorgimento.
Cerchiamo comunque di curarlo con rimedi naturali, senza ricorrere a medicinali o preparati chimici che magari vanno solo a “tamponare” temporaneamente la situazione, perché poi l'alitosi, come è la sua nomenclatura corretta, spesso torna con i soliti antipatici effetti collaterali.

Ecco come fare per ritrovare anche il piacere di stare con gli altri.


Cause
L'alito cattivo può avere molteplici cause, sono al 90% localizzate in bocca, ma nel restante 10% possono essere problemi formatisi in altri organi e legati a specifiche patologie.

  • La prima imputata è la placca e la pulizia sommaria dei denti. Residui di cibo, magari qualche carie non curata e placca anche sulla lingua possono generare quello sgradevole odore che si enfatizza subito dopo i pasti.

  • Il fumo, oltre che nuocere ad altre parti del nostro corpo, facilmente genera alitosi.

  • Altre cause molto semplici sono alcuni cibi di difficile digestione che “ritornano” in bocca lasciando quella sgradevole sensazione, i più comuni sono l'aglio, la cipolla, i cetrioli, i peperoni o le pietanze eccessivamente speziate.

  • Il reflusso gastroesofageo (una forma di cattiva digestione che genera un reflusso verso l'esofago), varie disfunzioni epatiche e anche il diabete sono malattie portatrici di alitosi. Spesso può capitare che anche alcune forme di sinusite e di tonsillite generino il cattivo sapore in bocca.


Rimedi
Individuate esattamente le cause dell'alito cattivo è semplice trovare i rimedi.

  • Dopo ogni pasto pulite correttamente i denti, usando anche il collutorio che neutralizza i batteri residui non rimossi con lo spazzolino. Fate una visita dal dentista, sia per eventuali carie, sia per una pulizia profonda e verificate con lui ogni quanto tempo è meglio ripeterla.

  • Smettere di fumare è la soluzione ideale, non solo per l'alito.

  • Se invece avete “mangiato pesante”, la soluzione è quella di stimolare la digestione, magari con qualche tisana alla menta che aiuta a digerire quanto risulta ancora un “peso sullo stomaco”.

  • Ma se anche questo non è il vostro caso, meglio indagare con il medico e stabilire se purtroppo avete una delle patologie che causano alitosi. In questo caso la cura della malattia aiuta anche ad annullare l'alito cattivo. Questo vale anche per una semplice sinusite che potete curare anche con l'omeopatia.


Altri consigli
Se però l'alito cattivo è un episodio sporadico, tra i rimedi sono accettabili le gomme da masticare senza zucchero ottime alla menta, ma anche alla liquirizia (se non avete problemi di pressione alta). Oppure fate degli sciacqui con acqua e limone, facilmente reperibile in ogni luogo, anche se pranzate fuori casa. E' abbastanza mezzo limone spremuto in un bicchiere d'acqua, tenetene in bocca qualche sorso per quasi un minuto e ripetete. La sua azione disinfettante e di rimozione di batteri ed anche lievemente digestiva può aiutare in situazioni di emergenza.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami