Home » Salute » Benessere » 15 Marzo, Giornata Mondiale del Sonno

15 Marzo, Giornata Mondiale del Sonno

In questa giornata dedicata al sonno e ai suoi disturbi, è possibile utilizzare la medicina omeopatica che non ha controindicazioni ed è adatta a tutti.

15 Marzo, Giornata Mondiale del Sonno

È uno dei disturbi più diffusi tra gli italiani, quello di non dormire o di avere comunque un sonno che però non ci permette di riposare, o che lascia sempre la sensazione di non avere dormito abbastanza.
Il 15 Marzo è stato intitolato come la Giornata Mondiale del Sonno.
È la giornata che è stata dedicata al riflettere e analizzare queste tipologie di problemi, perché il dormire bene è fondamentale per il corretto funzionamento del nostro organismo.
Se non ci troviamo di fronte a problematiche molto gravi, potremmo pensare ad un approccio diverso utilizzando la medicina omeopatica.

Giornata sonno
Chi ha problemi di sonno?
Sono ben 12 milioni gli italiani che segnalano problemi, anche solo saltuari, di sonno. Non ci sono discriminazioni, dai bambini di tutte le età, agli anziani che in quasi il 50% lamentano problemi, uomini e donne anche se nel mondo femminile se ne registra una maggiore incidenza.

La cause
Le cause possibili sono molteplici, da stati di ansia di vario genere, stati emozionali non tranquilli, alla paura del buio, all'irritabilità, al non riuscire a 'staccare la spina' neppure la notte o a sonni con incubi e risvegli improvvisi.

Giornata sonno
La possibile soluzione
Le cure farmacologiche abituali hanno però diversi effetti collaterali, la sonnolenza, rallentamento dei riflessi, difficoltà di concentrazione e non possono essere somministrate anche ai bambini e per questo possiamo pensare di utilizzare la medicina omeopatica. Altra caratteristica dell'omeopatia è che non genera dipendenza e può essere interrotta senza problemi. Ecco qualche consiglio grazie alla consulenza del Prof. Osvaldo Sponzilli, Direttore dell'Ambulatorio di Medicina Anti Aging, Omeopatia e Agopuntura presso l'Ospedale San Pietro Fatebenefratelli di Roma.

Giornata sonno
Tipologie di insonnia
Insonnia dovuta a stati ansiosi ed emotivi
Per questa tipologia di insonnia è consigliato il Datif PC di Boiron che contiene sei sostanze attive combinate, la posologia è quella di 2 pastiglie da assumere 3 volte al giorno.

Insonnia generata da iperideazione
Se l'insonnia è dovuta dal non riuscire a sgomberare la mente, il Prof. Sponzilli consiglia la Coffea Cruda 5CH, 5 granuli prima di andare a riposare e, in caso, da ripetere durante la notte.

Insonnia da sensazione di panico
Se l'ansia è molto forte e la si arriva a definire panico, è meglio assumere il Gelsenium 7CH, 5 granuli prima di dormire e, se serve, da ripetere durante la notte.

Difficoltà ad addormentarsi
Se non si riesce proprio a prendere sonno, consigliata è la Belladonna 30CH, 5 granuli prima di andare a letto.

Insonnia generata da irritabilità
Fenomeno riscontrato spesso nei bambini, utilissima è la Chamomilla Vulgaris 5 o 6 CH, 5 granuli prima di andare a riposo.

Sonno disturbato da incubi
Anche questo fenomeno è spesso riscontrato nei bambini, magari anche per la paura del buio, per questi casi l'omeopatico corretto è la Staphisagria 7CH, 5 granuli sempre prima di andare a dormire.

Insonnia generata da sonno interrotto
Se la situazione è quella di risvegliarsi spesso durante la notte, improvvisamente, si consiglia l'Arnica 5CH, prima di andare a riposare 5 granuli.

Insonnia 'emotiva'
Se non si dorme perché si ha avuto un grande dolore, un lutto, un amore finito e altri dispiaceri è meglio assumere l'Ignatia amara 9CH, 5 granuli prima di coricarsi.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  insonnia  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO



Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami