Home » Ricette » Torte salate » Torta pasqualina di carciofi

Torta pasqualina di carciofi

Una variante della più classica torta pasqualina con biete e spinaci, ma altrettanto buona e pratica da fare: i carciofi sono i protagonisti

Torta pasqualina di carciofi

La torta pasqualina è una torta salata tipica della cultura culinaria ligure, soprattutto del genovese. Viene consumata soprattutto nel periodo di Pasqua e tradizione vorrebbe che la sfoglia della torta fosse composta da tanti strati sottili, per la precisione 33 come gli anni di Cristo.

La ricetta originale prevede biete, spinaci e carciofi spinosi violetti di Albenga fatti saltare in padella e poi uniti a uova e prescinseua, un tipico formaggio ligure simile alla quagliata.

Per semplificare, molti usano spinaci o biete come verdure, unite a ricotta (qui trovate anche la ricetta della torta pasqualina verde: Torta pasqualina). Noi qui vi proponiamo la ricetta della torta pasqualina con i carciofi, altrettanto buona, e spero non me ne vorranno i puristi della cucina ligure, ma per chi non è del luogo è davvero difficile trovare tutti gli ingredienti originali.

LEGGI ANCHE: Ricette di Pasqua

Ingredienti
250 gr di cuori ci carciofo
350 gr ricotta
100 gr di parmigiano grattugiato
7 uova
2 rotoli di pasta sfoglia
1 scalogno
olio evo
burro
maggiorana
sale
pepe

Procedimento
In una padella far saltare i cuori di carciofo (io ho utilizzato quelli surgelati, buoni e sani e più veloci di quelli freschi che vanno puliti) con uno scalogno tritato grossolanamente.


Intanto in una ciotola capiente mescolare la ricotta con 3 uova, sale e pepe.


Aggiungere poi il parmigiano grattugiato e la maggiorana. Aggiustare di sale e pepe se necessario.




Lasciare raffreddare i carciofi ed aggiungerli quindi al resto degli ingredienti.


Foderare una teglia dai bordi piuttosto alti con il primo rotolo di pasta sfoglia (e la sua carta forno), ungendola leggermente con poco olio e bucherellandone il fondo con una forchetta.
Quindi versare il ripieno spianandolo bene.


Creare con un cucchiaio tre “incavi” nel ripieno, dove andrete a mettere un ricciolo di burro e un uovo per ciascuno. Le uova si rassoderanno in cottura, senza seccare grazie al poco burro, abbellendo e arricchendo così la nostra torta pasqualina.


Dal secondo rotolo di pasta sfoglia ricavare un tondo ampio quanto la nostra torta, da appoggiare sopra e su cui girare i bordi della prima sfoglia, per richiudere il ripieno.
Con gli avanzi della seconda sfoglia potete creare decorazioni come un secondo bordo o simili.
Bucherellate leggermente la superficie con una forchetta e spennellatela con un rosso d'uovo sbattuto con una goccia di latte; questo permetterà alla vostra torta di avere un bel colore biondo e un aspetto anche più invitante.


Infornate quindi in forno già caldo a 200° per 40 minuti circa, o comunque fino a quando la torta pasqualina di carciofi non sarà ben colorata in superficie.





Questa torta è buona calda, ma a parer mio ancora più gustosa a temperatura ambiente. Si conserva diversi giorni anche fuori dal frigo, se ben coperta in modo che non si asciughi.
Buona Pasqua!

© Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami