Home » Ricette » Secondi di Pesce » Affettata di polpo all'insalata

Affettata di polpo all'insalata

L'affettata di polpo all'insalata è un piatto fresco, molto estivo e facile da realizzare

Affettata di polpo all'insalata

Ingredienti
1 polpo da 1 kg (ideale polpo verace fresco altrimenti va bene anche quello surgelato)
1 carota
1 costa di sedano
olio EVO
limone
basilico
prezzemolo

Preparazione
Eviscerare e pulire il polpo avendo cura di eliminare gli occhi e il dente e lavare bene soprattutto i tentacoli che possono trattenere della sabbia. In una pentola abbastanza capiente far bollire dell'acqua con sale e le erbe: carota, sedano, prezzemolo e basilico. Non appena l'acqua bolle, agganciare il polpo con un ferro a forma di uncino dalla parte della testa (questo per non scottarsi le dita) e calarlo ed alzarlo 7-8 volte dall'acqua e poi adagiarlo dentro la pentola capovolto in modo che si arricci.

Cottura polpo
Coprire la pentola con un coperchio e farlo cuocere per 45-60 minuti. Fare la prova con uno spiedino nella parte più grossa dei tentacoli: se lo spiedino fuoriesce subito allora vuol dire che il polpo è cotto. Farlo raffreddare e tagliarlo a striscoline.

Polpo cotto
Polpo tagliato a striscioline
Prendere una bottiglia di plastica, che sia liscia come una bottiglia di vetro, e tagliare la parte superiore. Forare la parte inferiore della bottiglia in modo che venga eliminato il liquido di cottura del polpo. Inserire le strisce di polpo nella bottiglia pressando man man con qualche attrezzo pesante come ad esempio un batticarne, e continuare fino ad esaurimento del polpo.

Inserimento strisce di polpo nella bottiglia
Pressare con forza una volta che si è inserito tutto il polpo e poi tagliare a strisce la parte superire della bottiglia, piegarle verso l'interno della bottiglia e sigillare il tutto con della pellicola trasparente avvolgendo più volte la bottiglia e riporla in frigo per almeno 6 ore o meglio ancora fino al giorno successivo.

Polpo dentro la bottiglia di plastica
Il giorno seguente prendere la bottiglia dal frigo, scartocciarla dalla pellicola e fare un pò di pressione in modo che fuoriesca il polpo in un solo blocco.

Polpo tolto dalla bottiglia
A questo punto, per avere un risultato migliore, si dovrebbe affettare il polpo con l'affettatrice, si otterrebbero delle fette più sottili. Purtroppo io non ho affettatrice e quindi  l'ho affettato con un coltello molto affilato, le fette non sono molto sottili ma vanno bene lo stesso. Adagiare le fette di polpo in un piatto da portata, condire con limone, olio, prezzemolo e pepe.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  polpo   carota   sedano  
CONDIVIDI

2 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da yocoone2
     

    Ciao, questa ricettina fresca fresca mi piace molto ma, scusa la mia ignoranza, non ho capito bene il procedimento della bottiglia, me lo potresti illustrare meglio? Grazie e buona giornata

  2. Inviato da Elisa
     

    Certo! In pratica il polpo va tagliato a strisce ed inserito man mano all'interno di una bottiglia di plastica (dopo aver tagliato la parte superiore, praticato dei tagli lasciando delle linguette di plastica e fatti dei buchi nella parte inferiore).
    Man mano che si inserisce il polpo si deve fare pressione aiutandosi con un oggetto pesante (in questo caso è stato usato un batticarne). Via via si aggiungono strisce di polpo e si pressa fino alla fine, a quel punto il batticarne va tenuto pressato sopra tutto il polpo inserito nella bottiglia.
    Dopo si chiude la bottiglia, ovvero si piegano verso l'esterno i lembi tagliati nella parte superiore, si avvolge tutta la bottiglia con della pellicola trasparente e si ripone in frigo.
    Il giorno dopo poi si procede con il resto della ricetta.

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami