Home » Ricette » Secondi di Carne » Zampone con le lenticchie

Zampone con le lenticchie

Un piatto ideale per la cena dell'ultimo dell'anno è lo zampone con lenticchie, una vera specialità da portare in tavola, ricca di gusto e sapore

Zampone con le lenticchie

Portare in tavola le lenticchie per il Cenone di Capodanno assicura - sostiene la tradizione! - un anno ricco di successo e denaro. Tale credenza deriverebbe dalla forma appiattita e tondeggiante tipica di questo legume che ricorda quella delle monete. Perché dunque non mangiarne un bel piattone la notte di San Silvestro? Accompagnate da qualche fetta di gustoso zampone, poi, rappresentano poi proprio un piatto speciale, all'insegna del gusto e del sapore. Una raccomandazione: è d'obbligo mangiare un cucchiaio di lenticchie prima di brindare e all'ultimo rintocco della mezzanotte, quando sta per scoccare l'anno nuovo. Solo così la tradizione si potrà compiere!

 

 

Ingredienti (per  4 persone)
280 g lenticchie
2 pomodori
1/2 bicchiere di vino bianco
q.b. pancetta
800 g zampone precotto
2 foglie di alloro


Preparazione
In una casseruola far rosolare un trito finissimo di cipolla, sedano, carota e dadolata di pancetta. Unire i pomodori, mischiare bene per far amalgamare gli ingredienti. Adagiare le lenticchie precedentemente lavate, l'alloro, poco sale e pepe. Sfumare con il vino poi coprire con acqua calda (o brodo vegetale). Far cuocere a fuoco basso per circa un'ora.

 

 

Mettere a lessare lo zampone immergendo per 30 minuti circa in acqua bollente la busta sigillata che lo contiene, scolarlo e farlo a fettine. Per eventuali peculiarità attenersi a quanto riportato sulla confezione. In alternativa è possibile acquistare già lo zampone tagliato a fette e cotto. Unire le fette alle lenticchie e lasciare "insaporire" prima di servire a tavola.

 

 

Fresco o precotto?

La scelta di acquistare lo zampone fresco o precotto dipende da quanto tempo si ha a disposizione! Nel primo caso, il rodotto va bucherellato, avvolto da un telo o nella carta stagnola, messo in pentola con acqua fredda e lasciato bollire per almeno un paio d’ore. Nel secondo caso, invece, basteranno circa 30 minuti in acqua bollente.

 

Da sapere

Durante la cottura i legumi aumentano 2-3 volte il loro volume iniziale: ecco perché è importante pesarli a crudo. La dose ideale è di circa 70 g a persona.

 

Curiosità

Qual è la differenza tra cotechino e zampone? Ciò che li distingue è l’involucro, la zampa di maiale, rigorosamente quella anteriore, per lo zampone e il budello, naturale o artificiale, per il cotechino. Il primo è un po’ più consistente in termini calorici, perché in fase di cottura la cotenna della zampa rilascia il grasso, anche se in entrambi i casi comunque non si parla certamente di ingredienti light.

© Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami