Home » Ricette » Cucina » Pentola a pressione

Pentola a pressione

Una brillante invenzione del passato che ancora oggi è molto utile in cucina. Ecco come si usa la pentola a pressione

Pentola a pressione

Denis PapinA volte nella vita s’intraprendono delle strade, sia a livello di studi sia di amicizie, che portano poi all’improvviso a scoperte o invenzioni incredibili: questo è ciò che è accaduto a Papin, il papà della pentola a pressione.
Denis Papin, studiò come medico e nel 1669 si laureò in Medicina presso la facoltà di Angers, ma il suo interesse era in realtà rappresentato dalla fisica. In effetti la sua crescita professionale e di conoscenze avvenne grazie alla vicinanza e al comune lavoro fatto con Christiaan Huygens, fisico interessato attraverso i suoi rudimentali esperimenti allo studio di una pompa ad aria. Poi l’amicizia si allargò anche verso l’irlandese Robert Boyle, il quale fu appunto raggiunto nel suo laboratorio londinese nel 1675.

Papin, divenne quindi assistente del famoso chimico e grazie a lui entrò in un mondo tutto nuovo, sia dal punto di vista culturale sia sociale. Condusse svariate ricerche in assoluta autonomia, fino a presentarne una davanti Vecchia pentola a vaporeal collegio della Royal Society, ovvero l’accademia nazionale inglese di scienze. Quale invenzione? Una speciale macchina capace di cuocere qualsiasi cibo molto velocemente, grazie ad un sistema di pressione elevata che si creava all’interno di questa pentola particolare, dotata di una chiusura ermetica. Il calore impiegato era molto basso, e il tempo accorciato rispetto alle normali e comuni pentole.
Questa pentola, inizialmente chiamata “digestore”, aveva una valvola di sfogo, un piccolo foro sul coperchio che si regolava grazie a una leva e un tappo, da regolare per non far saltare in aria il coperchio.
Appena qualche giorno dopo la sua dimostrazione scientifica alla Royal Society, iniziò una sorta di campagna promozionale per far conoscere il più possibile la sua invenzione, vista la grande praticità, ma mai con il fine meramente commerciale, infatti il resto della sua vita lo dedicò sempre e solamente alla ricerca. Collaborò con diversi enti, tra cui quello già prima citato e la con l’Accademia delle scienze Filosofiche e Matematiche di Venezia, percependo per le sue collaborazioni un modestissimo salario e occupando la figura del supervisore temporaneo agli esperimenti.
Tra il 1687 e il 1696 divenne anche professore di Matematica presso l’Università di Marburg in Germania.
Invecchiò senza far parlare mai meritatamente di sé e morì nel 1712, senza mai diventare ufficialmente il padre di una delle invenzioni più pratiche e utili presenti nelle cucine moderne: la pentola a pressione.
Pentola a vapore moderna
Molti la amano e la utilizzano per moltissime ricette, altri la ignorano, giustificando tale scelta con una paura, in realtà oggi davvero infondata, per la propria incolumità, pensando che tali pentole non offrano abbastanza sicurezza d’impiego. In realtà non è vero, poiché le pentole a pressione per essere commercializzate devono rispondere a definiti criteri di fabbricazione e di sicurezza e riportare le norme di riferimento UNI EN 12778 articolo per cottura – pentole a pressione per uso domestico. Tale marchio deve essere ben visibile, chiaro e nitido.
I materiali usati devono avere una resistenza adeguata, non si devono corrodere, la pentola deve essere facile da pulire, non avere difetti visibili, e soprattutto avere il suddetto dispositivo di sicurezza, per il controllo della pressione, ciò per permettere una pressione sempre costante, facendo uscire il vapore automaticamente. La capacità massima non deve essere oltre i 25 litri e ci deve essere il manuale d’istruzioni.

Quali ricette si possono seguire con l’utilizzo della pentola a pressione?
Ottima per preparare spezzatini, bolliti, brodi di carne o vegetali, pesci coriacei come il polpo. Discordi i pareri riguardanti Ricette con pentola a    pressioneil contenuto nutrizionale degli alimenti, che cotti in questa modalità sarebbe preservato. Di fatto le alte temperature nella normalità abbattono o meglio distruggono i principi nutritivi, soprattutto le vitamine, molto spesso invece si sente dire che la pentola a pressione sia da questo punto di vista salvifica, in realtà non ne sarei pienamente d’accordo, resta comunque il fatto che scegliendo la pentola a pressione si risparmia tempo e denaro!

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami