Home » Ricette » Cucina » Come pulire l'avocado, l'esotico in tavola

Come pulire l'avocado, l'esotico in tavola

Un frutto tropicale che è ormai entrato nella cucina ed in diverse preparazioni dolci e salate. Ecco come pulire l'avocado

Come pulire l'avocado, l'esotico in tavola

I frutti esotici sono sempre più diffusi, possono piacere o meno ma sapere come pulire l'avocado o le altre specialità sudamericane o tropicali è sempre utile in caso ci si ritrovi a dover cucinare alcuni piatti che maggiormente sono graditi ai palati europei. L'avocado è forse tra i più diffusi grazie anche all'essere ingrediente primario della salsa guacamole, uno dei simboli della cucina messicana. Ma lentamente la sua “disponibilità” ha permesso di inserirlo in tante preparazioni e si possono trovare molte ricette con l'avocado che spaziano dal salato ma anche al dolce.

Il frutto
Questo frutto, dalla forma simile ad una pera, dal colore verdastro con una buccia però molto più dura e rugosa si trova anche molto facilmente nei supermercati e nei mercati ma forse è viene spiegato raramente come pulire l'avocado perché l'approccio non è come per molti altri a causa del suo seme interno molto grande. È forse quindi sconveniente addentarlo come si può fare con una mela, meglio scegliere altre strade.


Prima tecnica (più creativa)
Questa procedura non presuppone necessariamente la sbucciatura ed è strategico ed indispensabile che il frutto sia alla giusta maturazione. Per capirlo, al tatto deve essere morbido ma non molle, nessuna macchia scura deve essere visibile sulla buccia. Come pulire l'avocado è ora solo un piccolo lavoro di manualità è indispensabile anche un buon coltello affilato.

Dopo avere sciacquato con acqua corrente l'avocado, incidete e tagliatelo per la lunghezza arrivando a sentire con la lama il nocciolo interno.

Tenendo l'avocado tra le mani, per farlo staccare da seme interno, ruotate le due parti molto lentamente in senso opposto tra loro. Ora una delle due parti si sarà staccata dal nocciolo, per rimuoverlo dovete proseguire usando un cucchiaio che infilerete gentilmente tra la polpa e la parte da eliminare per staccarlo senza rovinare il frutto.

Avete così le due parti di avocado unicamente con la buccia, ora è possibile procedere in vari modi, in base alla ricetta che dovete preparare: con la stessa tecnica del cucchiaio potete svuotare le parti mantenendo così integra o quasi la polpa e anche la buccia ed usarla come contenitore, oppure per facilitare la rimozione potete incidere la polpa a quadretti e far seguire poi la rimozione con il cucchiaio, oppure potete sbucciare le due metà e avere comunque le parti intere.


Seconda tecnica (più pratica)
Come pulire l'avocado quando il frutto non è completamente maturo? Meglio usare questa seconda tecnica che è forse anche la più immediata e semplice.

Sbucciate il frutto con un coltello affilato. Agite poi in base all'impiego o alla decorazione che volete fare. Potete incidere la polpa a cubetti e poi forzando con il coltello staccarla dal nocciolo, oppure potete operare un'incisione a fette ed ugualmente con il coltello forzare per farlo staccare dal seme, dipende quindi da voi e dalla vostra fantasia.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  avocado  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami