Home » Ricette » Cucina » Come cucinare la quinoa, il "non" cereale

Come cucinare la quinoa, il "non" cereale

Considerato erroneamente cereale è invece un ortaggio, totalmente senza glutine e con molti nutrienti attivi. Vediamo come cucinare la quinoa

Come cucinare la quinoa, il "non" cereale

Nella ricerca di nuovi alimenti da inserire in una dieta sana ed equilibrata è importante sapere come cucinare la quinoa, uno tra gli ingredienti più usati nella nostra cucina.
La quinoa è una pianta della famiglia degli spinaci di origine andina che ha questi piccoli “semi” a grappolo che posso essere considerati i suoi frutti. Le sue caratteristiche organolettiche sono quindi molto più simili ad un vegetale ma per sua particolare conformazione, viene impiegata come un cereale. Così come appare oppure sotto forma di farina, tanti sono gli impieghi in cucina ed in moltissimi piatti anche come sostituto per intolleranze varie.

Caratteristiche per il suo uso
Una premessa importante prima di definire esattamente come cucinare la quinoa è la sua conoscenza di base. Questi semi sono ricchi di proteine, fibre e sali minerali come fosforo, magnesio, ferro e zinco, a questo si aggiunge la presenza di grassi insaturi, non dannosi che conferiscono anche una grande digeribilità. E per chi soffre di celiachia la quinoa è un alimento ideale essendo privo di glutine. Per la sua forma e consistenza è facilmente sbriciolabile e quindi si può ridurre in farina senza fatica ma è anche semplice nella cottura al naturale come se fosse del riso. Ne esistono moltissimi tipi, si differenziano abitualmente per colore e a volte per dimensione.


Al naturale
La quinoia la si trova ormai in tutte le catene di supermercati, anche piccoli ed in tutti i negozi specializzati di prodotti naturali. Come cucinare la quinoa al naturale, ovvero sotto forma di semi è estremamente semplice: non servono lunghe cotture, bastano 10-15 minuti in acqua bollente appena salata (se volete), la si scola e la si sgrana un po' con una forchetta per evitare i grumi. Poi è pronta a qualsiasi tipo di impiego e con la possibilità di associarla a verdura, legumi, proteine animali. Può essere servita come semplice accompagnamento, condita con un filo di olio, in sostituzione del pane o utilizzata per preparare altre pietanze.
Un consiglio importante: se la prendete bio, verificate che non vada risciacquata prima di cuocerla, questo per pulirla da una sostanza che naturalmente riveste i semi e che dopo cotta farebbe risultare la quinoa amara.

La farina
Tra i molti tipi di farine senza glutine si è recentemente aggiunta anche quella di quinoa. Non vi sono particolari consigli o attenzioni per come cucinare la quinoa sotto forma di farina, è però un prodotto meno trattato e raffinato ed è quindi possibile ottenere tranquillamente pane, prodotti da forno, torte ed anche farvi la pasta in casa che potete trovare già pronta in negozio ma così è certamente più naturale.


Idee in cucina
Se usata come un cereale provate a sostituirla al riso o alla pasta per le vostre insalate estive, oppure anche condita sempre con verdure ma mangiata calda o tiepida in inverno. Oppure impastata può trasformarsi in polpette, crocchette o anche in burger vegetali per chi segue una dieta priva di carne o è vegano oppure per chi soffre di celiachia. Potete anche provare a sostituire il riso per un risotto un po' alternativo.
E per i dolci? Certamente in farina la possiamo sostituire alle classiche ma potete anche provare la quinoa in semi mescolata con frutta secca e miele o in accompagnamento a creme dolci compatte da fare a strati.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami