Home » Ricette » Cucina » Come aprire le ostriche? Basta qualche accorgimento

Come aprire le ostriche? Basta qualche accorgimento

Per il pranzo di Natale o per il Capodanno, sono una prelibatezza che ci si può concedere

Come aprire le ostriche? Basta qualche accorgimento

Prelibatezza spesso consumata nel periodo festivo e considerate un cibo afrodisiaco, hanno una difficoltà, oltre al costo, come aprire le ostriche?
Questi molluschi che troviamo già aperti e serviti al ristorante o nelle pescherie, se invece sono acquistati freschi e serviti alla cena o pranzo di Natale o per il cenone di fine anno, è indispensabile saperli aprire correttamente.
E' necessario avere gli strumenti giusti ed anche la tecnica corretta, non ci si può improvvisare anche per evitare di farsi male.


Strumenti
Coltello

Prima di pensare a come aprire le ostriche è necessario munirsi degli strumenti giusti. Indispensabile un coltello da ostriche. Dalla lama corta, appuntita e molto resistente. Importantissima è l'impugnatura che ha un'elsa (simile alle spade dei moschettieri) per evitare che la mano scivoli e finisca sulla lama. Non cercate una alternativa, come il coltello da parmigiano, uno strumento non corretto può sempre creare difficoltà.

Guanti o strofinaccio
Le ostriche sono molto taglienti, per poterle tenere in mano evitando di farsi male nel maneggiarle mentre la si apre, sono consigliabili dei guanti spessi e resistenti. Esistono in lamina di acciaio, ma potete optare per quelli in tela plastificata molto spessi o sempre in cotone o pelle ma rinforzati. Se invece puntate al fai da te, un semplice strofinaccio che vi serve per tenere ferma l'ostrica e non farvi male.

Servirebbe anche uno spazzolino, ma non per aprire i molluschi ma per pulirli esternamente da vari residui.


Tecnica con guanto
Dopo aver infilato il guanto nella mano dove terrete il mollusco, impugnate con l'altra il coltello. E' anche importante come si tiene il mollusco. La parte convessa deve appoggiare sul palmo della mano e la punta, quella dove si deve aprire l'ostrica, è verso il polso. Ora inserite la punta del coltello in uno dei lati, ma sempre verso l'estremità dell'ostrica, per almeno un centimetro e fate scorrere il coltello sin verso la congiuntura dei due gusci (verso il polso) da entrambe le direzioni sino a tagliare il muscolo che tiene la conchiglia chiusa. Ora fate leva e si aprirà facilmente. Rimuovete la conchiglia superiore.


Tecnica con lo strofinaccio
Come aprire le ostriche con solo lo strofinaccio non è poi difficile. Basta semplicemente ripiegarlo un poco per lo spessore che aiuta a non ferirvi le mani, poggiatelo sul tavolo, sopra l'ostrica e poi ripiegate lo strofinaccio sulla conchiglia permettendovi così di tenere l'ostrica da un lato, di non tagliarvi e lasciare visibile l'estremità dove andare ad inserire il coltello. Poi, seguite la stessa procedura della tecnica precedente.

Le ostriche vanno servite ghiacciate, predisponete quindi un vassoio dal bordo alto dove metterete del ghiaccio e su cui poserete le ostriche e delle fette di limone per permettere di degustarle nel migliore dei modi.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami