Home » Ricette » Contorni » Puntarelle alla romana, un contorno light

Puntarelle alla romana, un contorno light

Sono i germogli di un tipo di insalata catalogna, tipica del Lazio; un piacevole contorno primaverile ed estivo, dal sapore particolarissimo grazie al condimento

Puntarelle alla romana, un contorno light

Le puntarelle alla romana ho iniziato a mangiarle durante i miei viaggi per trovare un'amica nella capitale e devo dire che sono state una vera scoperta.

Le puntarelle sono i germogli di un tipo di catalogna che, oltre alle foglie verdi frastagliate tipiche di questo tipo di insalata, ha anche dei germogli teneri che mantengono un lieve sapore amarognolo, ammorbidito poi grazie al condimento. Purtroppo da 'donna del nord' non riesco mai a tagliarle perfette, ma avendo una passione per questo tipo di contorno vi spiego comunque come farlo e, se non le avete mai provate, fatelo, ne vale la pena! Ormai si trovano abbastanza facilmente, forse più nei mercati che nei negozi, provate a cercarle.

Potete includerle nel menu di Pasqua, poiché saranno un contorno gustoso e leggero, perfetto da abbinare a piatti più sostanziosi. Ecco la ricetta originale delle puntarelle alla romana.

Ingredienti per 2 persone
Un cespo di puntarelle
2 acciughe
mezzo limone piccolo (altrimenti un quarto)
olio qb
2 o 3 capperi a piacere

Ecco come si presenta il cespo di puntarelle.

Puntarelle a modo mioPreparazione
Pulite le puntarelle togliendo le foglie lunghe verdi più esterne, lasciando solo la parte dei germogli, prendete una ciotola con dell'acqua e metteteci del ghiccio. Ora tagliate le puntarelle dal cespo, (tenete le piccole foglie verdi, quelle non buttatele, ma lavatele per bene) e incidetele alla base tagliandole in quattro (vedi foto), un poco si arricceranno verso l'esterno.

Puntarelle a modo mio
Nel frattempo prendete una ciotola e versateci il succo del mezzo limone che avrete spremuto togliendo i semi, metteteci le due acciughe e andate a sbriciolarle. Si devono macerare per bene, lasciate il tutto per una ventina di minuti e ogni tanto lavorate con un cucchiaino per disfarle.

Puntarelle a modo mio
Ora prendere un bel piatto da portata a ciotola, metteteci le piccole foglie verdi che avete lavato, scolate le puntarelle dall'acqua col ghiaccio e mettete le acciughe sbriciolate a cui avrete aggiunto un goccio di olio ed emulsionato il tutto. Rigirate per bene, aggiustate di olio, mettete i capperi se vi piacciono e rigirate ancora. Vi suggerisco di assaggiare prima di mettere il sale.

Puntarelle a modo mio
E ora le puntarelle alla romana sono pronte da mangiare! Possono accompagnare qualsiasi secondo piatto, dalla carne al pesce, e sono adatte sia a piatti caldi che freddi. Piacevole è il mix tra amarognolo, acido del limone e il croccante della puntarella. Provate e fatemi sapere.

Puntarelle a modo mio

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  ricette   contorni  
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da Elisa
     

    Provate!! Posso garantire che sono ottime: le ho assaggiate dall'autrice della ricetta ;)

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami