Home » Ricette » Cocktail e Bevande » Vin brulé, una bevanda corroborante

Vin brulé, una bevanda corroborante

Un ottimo modo per scaldarsi nelle fredde giornate invernali è preparare un buon vin brulé, da sorseggiare fumante

Questa corroborante bevanda, consumata soprattutto in inverno nelle zone montane, è diffusa in tutto il mondo e prende diversi nomi: vin brulé o mulled wine in inglese, vin chaud in francese, Glühwein in tedesco.

Tipico del periodo dell'Avvento, si trova facilmente alle bancarelle dei mercatini di Natale, ma è altrettanto semplice prepararlo a casa propria, da aromatizzare a proprio piacimento. Ecco la facile ricetta casalinga del vin brulé.

Ingredienti
1 litro di vino rosso
180 gr di zucchero
1 arance biologica non trattate
1 limone biologico non trattato
1 mela
2 stecche di cannella
8 chiodi di garofano
noce moscata

Preparazione
Lavate, asciugate e preparate la scorza degli agrumi.
Quindi lavate, asciugate e togliete il torsolo alla mela. Tagliatela a fettine sottili, da dividere a metà se troppo grosse.

In una pentola capiente mettete lo zucchero, le spezie, le scorze e la mela a fettine.


Versate quindi il vino e mescolate bene.


Ponete la pentola sul fuoco, a fiamma bassa e portate ad ebollizione. Sempre mescolando, lasciate bollire per 5 minuti circa, sempre mescolando bene, in modo da sciogliere completamente lo zucchero.


Spegnete il fuoco e servite il vin brulé così preparato nei bicchieri, ancora ben caldo.




Se volete abbassare la gradazione alcolica del vin brulé, prima di servirlo potete toglierlo dal fuoco e avvicinare una fiamma alla superficie: quando la fiamma si spegnerà sarà pronto da servire.

Chi preferisce, può anche filtrare il vin brulé prima di servirlo, in modo da bere solo il vino aromatizzato.

Di La Paninosa, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami