Home » Ricette » Alimenti » Sedano

Sedano

Croccante verdura verde, dal sapore aromatico e fresco. E' tipica della stagione estiva, ma si può conservare facilmente e consumare tutto l'anno.

Sedano

In cucina non dovrebbe mai mancare il sedano poiché è una verdura fondamentale. Dà sapore ai soffriti se unito alla cipolla e alla carota e non dimentichiamo quanto sia buono e dietetico da sgranocchiare per spezzare la fame e l'attesa prima di un pasto.

Caratteristiche della pianta
Il sedano è una pianta di tipo biennale, coltivata a ciclo annuale, rientra nella famiglia delle Ombrellifere , cresce nei luoghi erbosi e palustri anche in Italia.
Ha un'altezza che va da un minimo di 30 fino ad un massimo di 90 cm in base alla varietà, certamente anche ad occhi chiusi è possibile indovinarne l'odore e il sapore tipici, poiché sono davvero inconfondibili grazie alla presenza della sedanina.
Esistono tre tipologie di sedano:

  • La varietà dulce è quella sicuramente più diffusa; l'apparato radicale è sottile e dritto, la sua coltivazione è sviluppata per ottenere principalmente il gambo, chiamato anche costa. In Italia questo tipo di sedano si trova in commercio a coste verdi ( Verde di Chioggia, Verde Pascal, Verde di Perpignano, Gigante di Romagna), a coste dorate ( Verga d'Oro, Dorato d'Asti, Gigante Dorato) o a coste bianche ( Perla, Florida 683, Nicolaus invernale, Lepage,Utah 52-75);
  • La varietà rapaceum è conosciuta come sedano rapa o sedano di Verona; la radice è un grosso tubero rotondo, sviluppata nella regione del colletto, la polpa è bianca con un sapore simile al sedano da costa. Questa varietà si consuma cotta, ad esempio nelle zuppe oppure nei minestroni, oppure cruda aggiunta alle insalate miste, gustata in pinzimonio o nella piemontese bagna cauda.
  • La varietà silvestre , o sedano da taglio, ha un sapore aspro e particolarmente forte, usato per le foglie come condimento.

La raccolta del sedano inizia dalla metà di agosto fino ai primi freddi, si conserva in celle frigorifere, non necessita di nessun tipo di trattamento e ciò va a vantaggio della sua salubrità e dunque della salute dell'uomo.

Come si impiega il sedano nell'alimentazione
Il sedano si può consumare in molti modi diversi, ad esempio crudo nel pinzimonio, oppure tagliato sottile nelle insalate e ciò è valido sia per il sedano classico sia per quello rapa. Ottimo l'abbinamento del gambo di sedano tenero con del buon gorgonzola, o altro formaggio cremoso, un antipasto sfizioso e semplice da preparare.
Se soffritto con altre verdure dona un sapore particolare alle pietanze; viene utilizzato anche cotto in diverse minestre della tradizione italiana.
Si possono usare anche i suoi semi, conosciuti per le loro proprietà curative già dagli antichi Greci, e il suo succo come depurativo e diuretico.

Proprietà del sedano

Il sedano ha in generale pochissime calorie, possiede proprietà digestive e disintossicanti, aromatizzanti, diuretiche e per questo è indicato nei casi di disturbi a carico del sistema urinario.
Contiene tra i diversi sali minerali calcio, fosforo, ferro, sodio e potassio, e ancora vitamine del gruppo B, vitamina A, C.
Il suo valore calorico, come già detto, è davvero basso: solo 20 calorie per 100 grammi di parte edibile.


Una curiosità che non tutti conoscono è che il sedano può venire talvolta sottoposto alla tecnica dell'imbianchimento; si tratta di una pratica che elimina la clorofilla, in modo da ricavare un prodotto tenero, particolarmente croccante, dolce ma meno aromatico. L'imbianchimento si effettua coprendo il sedano con legno, paglia o della semplice plastica nera.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  sedano  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami