Home » Ricette » Alimenti » Rucola, insalata estiva

Rucola, insalata estiva

Verde brillante, fresca, croccante e dal gusto piccantemente amarognolo, questa insalata è ottima per piatti estivi leggeri e sani.

Rucola, insalata estiva

Avete presente quelle belle insalate insaporite da qualcosa di sfizioso come scaglie di parmigiano o cubetti di formaggio stagionato, che alla base hanno quel tocco amarognolo dato dalla rucola?
Questa insalata, fresca e accattivante, dona con la sua presenza un sapore davvero speciale e unico.

Detta anche ruchetta, è una pianta selvatica dal tipico sapore piccante ed amarognolo, che cresce spontanea nei prati.

Come si coltiva e quando si semina la rucola
La rucola (Eruca Sativa) è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Crocifere, ha tipiche foglie alternate con dimensioni diverse tra quelle superiori e quelle inferiori, ma la forma è molto simile a quella di una lancia, che al pari del sapore è deciso, piccante e inconfondibile, più delicato in primavera e più forte ed intenso nella stagione calda.
Si tratta di una pianta con pochissime esigenze, che ben si adatta a terreni diversi tra loro, spesso a livello commerciale si coltiva in serra, per sollecitarne un sapore più piccante il terreno dovrà essere arido.
Si semina da marzo a settembre, mentre la raccolta avviene già dopo un paio di settimane dalla semina. Ne esistono di due varietà: la prima ha foglie larghe mentre un’altra ha foglie più piccole.

Rucola
Storia della rucola
Gli antichi Romani la amavano soprattutto perché avevano imparato a sfruttarne il potere afrodisiaco e la impiegavano per farne addirittura filtri d’amore.
Nel Rinascimento, il potere della rucola continua ad essere sfruttato al punto tale da ricordare in alcuni documenti dell’epoca che alcuni monaci, dopo averne bevuto il liquore, abbandonassero il voto di castità.

Come acquistare e conservare la rucola
Al mercato o al supermercato prima di acquistare la rucola badiamo a questi pochi e semplici consigli per portare a casa un prodotto davvero fresco:

  • le foglie devono essere belle verdi, fresche e tenere, non appassite, meglio se non troppo grandi
  • se la si acquista già lavata è bene non prenderla se la busta è gonfia (prodotto di quarta gamma)
  • quando la lavate evitate di lasciarla troppo a bagno

Si tratta di un’insalata molto delicata, quindi una volta acquistata non lasciatela per troppo tempo nel frigo, ne patirebbe, se ha ancora le radici (succede se si acquista dai contadini e non al supermercato) cercate di eliminarle subito, sia per una questione di igiene (evitare la contaminazione crociata), sia per preservare meglio il prodotto. Potete anche conservarla con il gambo in acqua per un giorno.

Rucola
Rucola in cucina
La rucola si usa in diversi modi: spesso semplicemente cruda in insalata, ma anche cotta è apprezzabile per chi ama il sapore amaro, un pochino come il tarassaco, può essere integrata in zuppe o salse, perfetta anche per preparare, insieme ai pinoli, ottimi contorni. I n alcuni paesi del Medio Oriente i semi si usano per la preparazione di una particolare mostarda dal gusto decisamente intenso.
Ricca di vitamina C e di sali minerali è in grado di stimolare l’appetito ed è un ottimo rimedio naturale per la digestione lenta.
Per 100 grammi di prodotto offre solo 30 calorie.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  rucola   insalata  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami