Home » Ricette » Alimenti » Pesce

Pesce

Il pesce è un alimento dalle tantissime virtù e da uno studio recente pare che aumenti il quoziente intellettivo.

Che il pesce facesse bene lo abbiamo sempre saputo, e chissà quante volte sia le nostre mamme e le nostre nonne impegnate nel difficile, a volte, compito di farci crescere sani e robusti, lo hanno detto!
A confermarlo ulteriormente ecco in nostro aiuto un’ultima ricerca proveniente dal Salghrenska Institute dell'Università di Goteborg, in Svezia. Questo studio ha coinvolto ben 4000 maschi dai 15 ai 18 anni, per verificare gli effetti del consumo di pesce in un'età in cui si possono davvero imparare moltissime cose. Il risultato sostiene che, se si mangia il pesce almeno una volta alla settimana , si può aumentare percentualmente (il 6% circa) il proprio quoziente intellettivo.
A quanto pare le capacità cognitive di questi ragazzi sembravano aumentare grazie al consumo dell’alimento in oggetto.
Teoricamente questi effetti così positivi si devono alla presenza nel pesce degli acidi grassi Omega 3, si tratta appunto di Diversi tipi di pesceacidi grassi polinsaturi particolarmente presenti nei pesci in generale e maggiormente nel pesce azzurro.
Quindi l’intelligenza non è da imputare al fosforo, così come un tempo si associava, anche qui erroneamente, la forza muscolare al consumo dei famosi e leggendari spinaci di Braccio di Ferro!

Il pesce è un alimento molto importante per la nostra alimentazione poiché è ricco di proteine ad alto valore biologico, facile da digerire (dipende ovviamente dalla scelta della specie, al momento dell’acquisto)
Il pesce è inoltre un’importantissima fonte di Sali minerali come iodio, selenio e fluoro e di Vitamine tra cui "A", "B6" e "D".

Esistono infatti diversi tipi di pesce, alcuni sono molto digeribili e adatti all’alimentazione di bambini e anziani (platessa, nasello, sogliola, trota ecc) altri possono risultare più lunghi nella digestione (tonno, sgombro, aringhe e sardine).

Il consiglio per grandi e piccini è quello di consumarlo almeno due volte alla settimana scegliendo la cottura più adeguata e dietetica, ad esempio va bene bollito, alla griglia oppure molto saporito nella versione “al cartoccio”.
Va benissimo se acquistato fresco, ma altrettanto consigliabile è quello acquistato surgelato o decongelato.
Pesce: alimento prezioso
Un occhio attento anche all’etichetta, che per legge, ne denuncia oltre alla specie, la provenienza.
Infatti avremo la possibilità di acquistare pesce fresco pescato in Italia o all’estero, oppure pesce allevato anche in questo caso del mare nostrum o di altri mari o oceani.
A proposito di pesce allevato, quest’ultimo è ormai particolarmente diffuso e in Italia sono diversi gli allevamenti.
Ad esempio la Spigola o Branzino di Orbetello, un pesce capace di adattarsi ad acque con diversi gradi di salinità, ha carni con un alto valore biologico per ciò che concerne la parte proteica, ricche di Omega 3 e 6.
La laguna di Orbetello è uno dei più importanti poli produttivi a livello nazionale, la sua peculiarità è quella di beneficiare di una falda sotterranea, con la temperatura caratteristica di circa 22°C per tutto l’anno.
Tipologie di pesce
Ma quanto pesce consumiamo?
Il consumo procapite in Italia di pesce si aggira tra i 23 e i 25 kg/l’anno.
Un consiglio che vorrei dare è quello di acquistare anche in questo caso in modo consapevole, evitando tipologie di pesce a rischio di estinzione, o che provengono da mari troppo lontani, o che vengono pescate senza rispettare i fondali, in modo aggressivo e invasivo.
Inoltre è sempre meglio evitare di acquistare pesci di grossa taglia, poiché possono aver immagazzinato nei loro tessuti e muscoli tracce di metalli pesanti, come ad esempio il mercurio.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami