Home » Ricette » Alimenti » Junk food, i cibi spazzatura

Junk food, i cibi spazzatura

Il cibo spazzatura che a volte preferiamo alla nostra sana dieta mediterranea se diventa un'abitudine può portare a seri problemi di salute.

Junk food, i cibi spazzatura

Quanti sono i prodotti della globalizzazione in ambito alimentare? Proviamo a fare un breve elenco: cibi etnici al supermercato, fast food e junk food, certo di questa lista i meno buoni sono gli ultimi, che in realtà comprendono anche alcuni cibi del fast food.

La parola junk food ha una connotazione tipicamente americana che però non si collega solo all’alimento in sé, ma anche alla modalità di preparazione del medesimo e il suo consumo.

junk food
Cos'è esattamente il junk food?

Si tratta di “cibi spazzatura” che con le loro peculiarità non preannunciano nulla di buono per la nostra salute poiché offrono dal punto di vista merceologico e conseguentemente nutrizionale cibo di bassa qualità.
Patatine fritte, cibi grassi, hot dog, sandwich, merendine confezionate, cibi ricchi di zuccheri, dolciumi, ecc. Spesso possono attirare la nostra attenzione dalle vetrine di un fast food o da quelle di una distributore automatico, l'importante è saper scegliere e, per assurdo, anche in un fast food volendo si possono evitare, optando ad esmpio per un'insalata e un probiotico.
Il dato inquietante è che tale cibo possa essere consumato non solo in America, ma anche da noi in Europa, da un numero sempre più alto di bambini e non solo di adulti.
Il risultato potrebbe essere rappresentato da aumenti a livello casistico di malattie metaboliche con valenza sociale, quali ad esempio diabete, obesità con conseguenti ipercolesterolemia, ipertensione, problemi a livello cardiovascolare ecc.

junk food
Quale scelte fare per evitare il cibo spazzatura?

Nei cibi spazzatura troviamo anche additivi, coloranti e conservanti riportati in etichetta, che dovrebbe essere sempre letta da noi consumatori, ma spesso fretta o poco interesse fanno mettere i prodotti velocemente nel carrello senza porre la minima considerazione sulla scelta appena effettuata e sulla eventuale ricaduta che questa potrebbe avere sulla nostra salute.
Ad esempio nel cibo spazzatura potrebbe esserci il dibattuto aspartame sul quale effetto numerosi studi danno risultati spesso contraddittori.
Il junk food è cibo non buono, non genuino e non sano dunque, nel quale rientrano purtroppo anche tanti piatti pronti che, se è vero che da un lato aiutano molti di noi che tornano a casa da lavoro tardi e non si trovano null’altro nel frigo, è anche vero che a lungo andare il loro consumo abituale risulta essere non esattamente sano, perché questi piatti spesso sono troppo grassi o troppo ricchi di zuccheri e in linea generale non equilibrati dal punto di vista calorico.

Adottare uno stile di vita corretto significa:

  • scegliere cibi freschi
  • leggere le etichette
  • cucinare (se non si è capaci basta fare un corso di cucina, guardare un canale tv a tema, leggere un libro di ricette)
  • praticare un’attività fisica regolare
  • scegliere solo sporadicamente cibi confezionati e piatti pronti
  • seguire le sane abitudini regionali piuttosto che le mode oltreoceano
  • seguire la dieta mediterranea
  • seguire la stagionalità per frutta, verdura e pesce e i consigli delle nonne e delle mamme.

Patatine fritte, merendine, cibi grassi, hotdog, sandwich, cibi ricchi di zuccheri, dolciumi, ecc. Spesso possono catturare la nostra attenzione dalle vetrine di un fast food o da quelle di un distributore automatico, l'importante è saper scegliere e per assurdo anche in un fast food volendo si possono evitare, optando per un'insalata e un pro biotico!

Di © Riproduzione Riservata
TAG  junk food  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami