Home » Ricette » Alimenti » L'aglio

L'aglio

Uno tra le piante per condimento più usata e più saporita, che di certo si sente, ha anche proprietà curative.

L'aglio

Ecco una pianta anche cinematografica, o meglio legata ad un personaggio che è stato protagonista di film e anche ultimamente di una saga che va veramente di moda, il fenomeno Twilight. Oltre alle croci e ai paletti nel cuore, l'aglio è uno dei leggendari deterrenti per i vampiri. Oltre a questo l'aglio è anche usato a livello terapeutico per curare alcuni disturbi, ovviamente è anche noto per disincentivare la vita sociale, cioè di difficile digestione causa spesso di alito cattivo veramente poco piacevole. Ma vediamo in dettaglio quali sono le caratteristiche di questo saporito prodotto della terra indispensabile per bruschette e pesto e bagna cauda.

Caratteristiche generali
Pianta bulbosa coltivata che fa parte della stessa famiglia di cipolla e porri, oltre all'uso come condimento ha proprietà scientifiche e altre proprietà che fanno parte della cultura popolare.Non si è riusciti a stabilire una origine ben precise essendo coltivato in diversi climi e in diverse zone crescendo spontaneamente, dall'Irlanda all'Africa. L'odore caratteristico è causato dal alcuni composti di zolfo e derivati (alliina, l'allicina e il diallile), che in base alla concentrazione è più o meno forte, questo dipende dalla varietà e dal tipo di terreno in cui cresce.

Varietà e coltivazione
Le varietà sul territorio italiano sono circa una decina, da Cuneo alla Sicilia e si differenziano per il colore (bianco o rosso), per la dimensione e per il numero di spicchi che compone la 'testa' dell'aglio. La pianta ha radici superficiali, necessità di un terreno leggero e fertile che non abbia ristagni di acqua per evitare che la pianta marcisca. L'aglio non ha bisogno di molta acqua, se cresce in campagna sono abbastanza le piogge naturali. Più il terreno è calcareo e più delicato è il sapore dell'aglio.

Proprietà scientifiche
L'aglio ha comprovate capacità di contrastare alcune malattie come l'ipertensione, è in fatti noto che riesce ad abbassare la pressione sanguigna, sempre legato al sangue è un valido antitrombotico grazie all'azione antiaggregante delle piastrine. E' un potente antibatterico grazie alla presenza dei derivati dello zolfo, veniva in passato usatissimo per la cura dei vermi intestinali. Contiene anche molto selenio e vitamine del gruppo B e C ed ha quindi azione antiossidante, se infuso è un ottimo diuretico e stimola la digestione. Grazie alla possibilità delle lavorazioni farmaceutiche attuali lo si trova come farmaco, in pastiglie, evitando la sgradevole possibilità dell'alito cattivo.

Uso culinario
L'aglio è quasi come il prezzemolo, moltissimi sono i piatti dove la presenza dell'aglio è indispensabile, il primo classico è la pasta aglio, olio e peperoncino, spesso risoluzione ad una dispensa vuota, ma saporito, veloce ed economico. Il pesto genovese contiene, oltre a basilico e pinoli, anche l'aglio, se ci spostiamo in Piemonte, la bagna cauda, quella salsa dove si intingono le verdure è a base di aglio e acciuga. Ci sono poi alcuni piatti dove l'aglio può essere omesso ma la sua presenza cambia totalmente il sapore (in meglio, ovviamente), le bruschette oppure gli spaghetti alle vongole o l'impepata di cozze. E questi sono solo alcuni.Un suggerimento per rendere l'aglio digeribile ed evitare l'alito 'fetente'? Rimuovetene il cuore, basta aprire lo spicchio e toglierlo, in questo modo basta alito pesante.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  aglio  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami