Home » Ricette » Alimenti » Acque minerali

Acque minerali

L’acqua è un bene a cui non è possibile rinunciare, è un elemento essenziale per il nostro organismo, noi siamo fatti di acqua (nel bambino è presente per il 75% del peso totale, mentre nell’anziano per il 50%) e ne abbiamo assoluto bisogno quotidiano per un quantitativo di almeno un litro, un litro e mezzo.

Acque minerali

Acqua in bottilglia

La mancanza di acqua o la sua scarsità causano nel corpo umano disidratazione a vari livelli e con sintomatologie che variano da un livello lieve a un livello grave, basti pensare alla secchezza della pelle e delle mucose fino alle vertigini, le palpitazioni, l’astenia, l’ansia ecc.

Basta andare a fare la spesa al supermercato per rendersi immediatamente conto di quante acque vi siano sugli scaffali, potremmo tranquillamente dire “Acque per tutti i gusti!”.

Acque dolciastre, alcaline, pietrose, con le bollicine, povere di sodio, con le goccioline parlanti, quelle che “fanno fare tanta plin plin”, insomma davvero esiste l’imbarazzo della scelta. Senza pensare poi, che oltre a quelle italiane, ne esistono anche francesi, olandesi, ecc.


Acqua e rispetto ambientale

Sulle acque prima di fare un discorso di composizione mi sento prima di tutto di fare un discorso di tipo ambientalistico, poiché spesso quando si acquista l’acqua non si legge con attenzione l’etichetta, che riporta oltre alle caratteristiche minerali che anche la provenienza, e così noi torinesi magari acquistiamo dell’acqua che ha percorso più di 600 km su tir, liberando un sacco di CO2 nell’aria che respiriamo, e magari i nostri connazionali toscani bevono acqua piemontese! Una vera e grande incoerenza e mancanza di rispetto ambientale, quindi il piccolo consiglio che posso dare è quello di preferire acqua della propria regione.

 

Water bar in GermaniaPer ciò che riguarda le diverse tipologie di acqua proviamo a considerare le principali.

A regalarci pillole di conoscenza saggia e un tantino commerciale ci pensano i water bar (in Italia a Roma e Bologna) ovvero dei bar dedicati esclusivamente alla vendita delle più svariate tipologie commerciali di acqua, presentate in bottiglie elegantissime e preziose, disegnate da veri stilisti e designer, insomma scelte molto trendy. Ma in questi luoghi dove si ha il culto dell’acqua, la stessa è servita in abbinamento specifico con il cibo che si consuma, in relazione alle caratteristiche di entrambi. Va degustata rigorosamente a temperatura ambiente e mai fredda, solo così si sentono le sue caratteristiche.

Troveremo quindi ad esempio la Cape Grim, acqua piovana pura, proveniente dalla Tasmania; oppure la 420 che arriva dalla Nuova Zelanda, al di sotto del quarantaduesimo parallelo (da qui il nome), sgorga da 200 metri sotto terra, purissima, il residuo fisso è bassissimo ed è ideale per piatti a base di pesce o risotti.

Acqua da degustare

Passiamo ora a capire come va letta un’etichetta su una bottiglia di acqua, il primo dato è la denominazione e nome dell’acqua: ciascuna etichetta con la dicitura “Acqua minerale naturale”, indicherà il nome dell'acqua stessa. Seguirà poi il luogo di origine ovvero la località dove quell'acqua viene imbottigliata. Viene poi il termine minimo di conservazione (t.m.c), cioè la data fino alla quale l’acqua mantiene le sue proprietà. Poi avremo il lotto che va ad indicare la partita del prodotto ai fini della rintracciabilità. Infine l'analisi chimica, grazie alla quale potremo leggere tutti gli elementi che si ritrovano nell’acqua, espressi in milligrammi/litro, e la classificazione in virtù del residuo fisso a 180°C. Avremo quindi


Etichetta acqua imbottigliata

Acque minimamente mineralizzate:

residuo fisso ≤ 50 mg/l


Acque oligominerali residuo fisso:

> 50 ≤ 500 mg/l


Acque medio minerali:

residuo fisso > 500 ≤ 1500mg/l


Acque ricche di sali minerali:

residuo fisso > 1500 mg/l

 

Sull’etichetta troveremo inoltre la dicitura “microbiologicamente pura" grazie alla quale il produttore ci comunica la non presenza di germi pericolosi per la salute, senza escludere però la presenza di una certa quantità di flora microbica naturale. Seguono poi le qualità salienti, le indicazioni di tipo ambientale sull’eliminazione corretta del prodotto una volta terminato. In ultimo le indicazioni per la corretta conservazione del prodotto.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

1 COMMENTI   Vuoi lasciare un commento?

  1. Inviato da Carlo49
     

    Buon giorno,
    sono interessato all'acquisto di acqua minerale.
    Non so come fare?
    Mi aiutate?
    Cordialità

    Carlo Ravagnan

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami