Home » Oroscopo » Astrologia » Segni d'acqua: Cancro, Scorpione, Pesci - Parte 4 di 5

Segni d'acqua: Cancro, Scorpione, Pesci

Parte 4 di "Segni d'acqua: Cancro, Scorpione, Pesci"

IL SEGNO DELLO SCORPIONE
Lo Scorpione è il secondo dei segni d'acqua e, contrariamente agli altri due segni di tale elemento, non rappresenta acque limpide e cristalline, ma quelle melmose e profonde degli stagni o di quei bacini nei quali il liquido è fangoso o ricoperto di foglie in putrefazione e che, guardando dalla superficie, è così opaco da non lasciare intravedere il fondo. Le sue acque non hanno trasparenza e non consentono di capire cosa stiano celando alla vista.

La similitudine con l'acqua ferma, impossibile da sondare, è appropriata con il carattere delle persone nate in questo segno, che spesso appaiono enigmatiche e che difficilmente si aprono agli altri mostrando i lati più intimi del loro carattere.
Al di sotto di un'apparente e superficiale cordialità, è difficile comprendere cosa veramente pensi o provi lo Scorpione, specialmente nei confronti di coloro con i quali si sta confrontando. Proprio per questo il suo carattere può nascondere i lati più luminosi di un essere in evoluzione o quelli oscuri di un animo ancora arretrato sulla via della redenzione.



L'emotività tipica dei segni d'acqua, nello Scorpione è sotterranea e meno evidente. Difficilmente si lascia andare nelle sue manifestazioni di disappunto e le sue reazioni sono diverse rispetto quelle di Cancro e Pesci. Lui sa incassare le offese senza perdere la calma, ma è vendicativo e sa aspettare il momento giusto per colpire. Tuttavia, se arriva a perdere le staffe, non è possibile quantificare gli effetti della sua rabbia. La sua sensibilità è acuta e oltre a renderlo fortemente percettivo, lo rende vulnerabile. Proprio per questo, può avere una difficile vita affettiva.

Il compito karmico che lo Scorpione deve assolvere è associato alla sua sensibilità, che dovrà usare per comprendere le esigenze degli altri rispettandoli nei loro desideri, senza cercare di forzarne la volontà o tenerli legati a sé in un rapporto affettivo limitante per la loro indipendenza. Dovrà saper leggere dentro di sé, per scoprire le parti più evolute del suo essere e far leva su di esse. In tal modo potrà avere quella rinascita spirituale che il suo segno richiede.

Di , © Riproduzione Riservata

PAGINA 4 DI 5
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami