Home » Oroscopo » Astrologia Karmica » Astrologia Karmica: il segno della bilancia - Parte 1 di 2

Astrologia Karmica: il segno della bilancia

Il suo compito è imparare a vivere in modo costruttivo i rapporti interpersonali e quello di coppia, scoprendo nell’altro un’occasione di crescita e maturazione

Astrologia Karmica: il segno della bilancia

La Bilancia è il secondo segno dello zodiaco abbinato all’elemento aria (gli altri segni sono i Gemelli e l’Acquario). Si colloca in un periodo di mezzo: tra il grande caldo dell’estate e il freddo dell’inverno, nella carta del cielo corrisponde al tramonto. Questa sua posizione fa comprendere la fase intermedia che essa rappresenta nell’esperienza animica.
Il percorso di crescita che l’essere umano ha iniziato nell’Ariete, arrivato nella Bilancia si trova a un punto di snodo, i segni a lei seguenti sono quelli che riguardano le esperienze più pregnanti a livello evolutivo e che porteranno, nei Pesci, alla maturazione interiore.

Il cammino attraverso i segni zodiacali che precedono la Bilancia è stato pesante e ora l’Essenza si trova in questa via di mezzo nella quale dovrà dimostrare ciò che ha imparato così da poter superare la porta di sbarramento rappresentata dal segno seguente: lo Scorpione.

La sua prova consiste nel cercare un punto d’unione nelle relazioni, ossia nel rapporto con i suoi simili.
L’elemento aria, al quale il segno zodiacale della Bilancia è abbinato, ha il compito di rendere facile il dialogo tra simili attraverso la verbalizzazione del pensiero. Stimola, inoltre, tale elemento, quel senso comune di fratellanza che rende migliore la collaborazione.
Se nei Gemelli l’essere umano guarda all’altro come in uno specchio e scopre, mettendosi a confronto, la dualità, con la Bilancia entra in una relazione. Esce dal suo piccolo sé, (rappresentato dal segno dell’Ariete) e si spinge verso il Tu imparando a “conciliare” e “appianare” le divergenze, così che le distanze psicologiche, culturali, o di altro genere, si riducano e non ci sia separazione.

Astrologia karmica: bilancia

IL SUO MOTTO
Tra i vari motti affidati alla Bilancia, quello che rispecchia meglio il suo percorso evolutivo è: “Noi siamo”. Questa parola vuol dire “riconoscersi” nell’altro e decidere di fare insieme, in armonia, un pezzo di strada. Significa considerare l’altro un partner, un collaboratore, una persona molto vicina, che corrisponde nei progetti e nelle idee. Non necessariamente è il partner sentimentale, anche se questo è il rapporto privilegiato per la Bilancia.

Tuttavia, quale che sia la relazione sulla quale s’intende riversare maggiormente la propria attenzione, è importante, prima di tutto, per seguire le indicazioni di questo segno zodiacale, imparare a coniugare il verbo essere alla prima persona plurale (noi siamo), intendendo questa semplice operazione un primo passo verso il riconoscimento di quella collaborazione che esso pretende.


Segue poi un altro lavoro altrettanto importante: il rispetto della propria e dell’altrui autonomia, perché il senso di comunione con l’altro non comporta la perdita dell’identità personale, ma soltanto il riconoscimento del legame che unisce, di qualsiasi tipo esso sia, e dell’onestà morale che esso richiede.


NASCERE NEL SEGNO DELLA BILANCIA
Chi nasce nel segno della Bilancia, per via delle sue insicurezze, ha un acuto bisogno di avere qualcuno a sé vicino, questo desiderio può spingerlo a cercare delle persone (partner o amici) con le quali condividere le sue esperienze.
E’ il segno delle unioni, delle collaborazioni, del matrimonio, ma fin quando non sarà entrato in contatto con la sua forza interiore (che nello zodiaco è comandata dal pianeta Marte che nel segno della Bilancia è in “esilio”: fuori posto) o avrà maturato una più profonda comprensione della parola “relazione”, non riuscirà ad avere dei rapporti veramente solidi e costruttivi e resterà in una forma di dipendenza o, al contrario, cercherà di forzare la volontà dell’altro per ottenere ciò che desidera.

Il compito del segno è saper vivere i rapporti in modo costruttivo e come occasione di crescita per sé e l’altro. L’elemento base per ogni relazione che aspira ad essere appagante e serena, è spiegato dal simbolo del segno: una bilancia con i piatti in perfetto equilibrio. Esso lascia intendere che, per esser sano, un rapporto deve nascere e crescere su una condizione di parità e nessuno dei due può essere meno dell’altro. Mettersi nelle mani del partner e dare più nella relazione (o pretendere di più) è deleterio per entrambi, perché il rapporto diventa sbilanciato e nascono frustrazioni e risentimento. Il senso della giustizia che i nati in Bilancia hanno bel sviluppato, dovrebbe favorire l’equilibrio.

Di , © Riproduzione Riservata

PAGINA 1 DI 2
TAG  bilancia  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami