Home » Feste » Natale » Presepe: storia e origini

Presepe: storia e origini

In questa sezione vi racconteremo le origini e la storia del presepe e dei consigli su come realizzarlo in casa.

Presepe: storia e origini

Storia del Presepe
Innanzitutto il significato della parola "presepe" è "mangiatoia" e per anonomasia indica la greppia che fu usata come culla per Gesù Bambino, in quanto Maria e Giuseppe non avevano trovato alloggio in nessuna locanda.
Le fonti storiche del presepe sono i Vangeli di Matteo e Luca: sono raccontatae la nascita di Gesù, l'annuncio ai pastori e l'arrivo dei Re Magi. I Vangeli apocrifi arricchirono di particolari la narrazione della Natività ed infine Origene, nel III secolo, aggiunse la presenza del bue e dell'asinello all'interno della stalla. Questi sono i primi scenari che si hanno della Natività e dell'Epifania.
Secondo la tradizione fu San Francesco ad ideare il presepe: la versione più attendibile è invece quella che vede il presepe come il risultato di connubio tra tradizioni, costumi e rappresentazioni sacre all'interno dei luoghi di culto.
Storicamente fu Papa Onofrio IV nel 1283 a commissionare la realizzazione del primo presepe: il realizzatore fu Arnolfo di Cambio. Di questa splendida opera rimangono oggi solo cinque statuette. Fu però il XVIII secolo ad essere il periodo in cui il presepe ebbe un ruolo fondamentale: Napoli in quelk periodo era capitale del Regno Unito e centro di cultura, arte, filosofia, economia. Nonostante l'illuminismo dilagante, a Napoli emerse l'arte del Presepe: la sua rappresentazione si è però molto laicizzata e vede la presenza di personaggi estranei alla scena sacra.
I presepi di oggi si ispirano molto all atendenza settecentesca: ci sono spesso infatti personaggi esterni come pastori e fabbri e ci si dedica anche alla cura di particolari quali laghetti, effetti di luce ede accessori. Nel corso del Novecento, a causa della presenza di orribili conflitti, l'attenzione per il presepe era molto diminuita.
Negli ultimi tempi invece il presepe è stato riscoperto e rivalutato: è infatti divenuto di grande interesse per hobbysti, artigiani, collezionisti.

Presepe

Consigli su come realizzare il vostro presepe
Vi consigliamo di acquistare le statuine in plastica, luci di natale semplici, casette del presepio, la carte stellata, sughero, e qualche piccolo specchio o della stagnola per realizzare dei laghetti. Il resto del materiale occorrente potete reperirlo da soli: servirà un pò di muschio, dei sassi, cortecce, pezzi di legno, delle scatole di scarpe. Con i pezzi di legno si può realizzare la capanna (oppure se non avete tempo potete acquistarla già pronta).
Se avete poco spazio cercate di sviluppare il vostro presepio in verticale: realizzate dei ripiani che fungeranno da montagne e sopra disponetevi delle piccole casette.

Ecco qualche consiglio:
- L'ideale è di disporre di un tavolo e di posizionarlo vicino ad un muro. Sul muro dietro il tavolo attaccare la carta stellata con delle puntine.
- Mettere la capanna al centro del lato del tavolo vicino al muro, opprure in angolo del tavolo per fare una scena più raccolta. Dietro la capanna e anche di lato disporre le scatole di scarpe ricoperte con della carta speciale (si compra in cartoleria) molto stropicciata.
- Disponete le casette sia vicino alla capanna che sulle montagne (vi consigliamo di mettere le casette più piccole dietro in modo da dare un pò di prospettiva). Inserire nelle casette le luci di natale (quelle semplici, senza portalampadine) e cercare di nascondere il filo ricoprendolo con sughero e muschio.
- Procedere con la disposizione delle stauine: quelle più grandi davanti e quelle più piccole dietro (sempre per la prospettiva). Le statuine più piccole vanno messe sulle montagne: i pastori, le pecorelle, e gli altripersonaggi vanno distribuiti in modo uniforme. Mettere l'angelo sopra la capanna e disporre i Re Magi prima lontano dalla Capanna e poi sempre più vicino mano a mano che si avvicina l'Epifania. Per terminare potete mettere una bella stella cometa dorata oppure realizzarla con le fibre ottiche.
- Se volete potete mettere un laghetto inserendo usando uno specchio e se volete mettere un pò di neve, vanno bene la farina oppure del talco.
- Gesù Bambino andrà messo nella culla solo la Notte di Natale.


Altra versione su come realizzare il presepe (Inviata da Gianni)
Ho realizzato presepi di tutte le grandezze qualcuno in chiesa.. molto grande e bello.. c'è tanto spazio e si possono realizzare tanti ambienti.. dalla grotta..alla bettola..al ruscello con acqua.. a posti particolari..ma il presepe che ogni anno amo fare in casa è il tradizionale fatto di carta.. si può usare carta per imballaggio e poi decorarla.. o carta già preparata .. in commercio..
Disporre un piano, la grandezza dipende dallo spazio, per realizzare il nostro progetto non serve pensarlo prima ma lavorare la cartasecondo come si presenta.. Innanzitutto bisogna realizzare uno scheletro in legno fatto di assi da tagliare a misura e inchiodare sul piano.. come un'impalcatura dove fissare la carta.. la carta si può fissare con puntine da disegno e per unirla basta una semplice cucitrice da scuola.. attenzione alle giunture arrotolando la carta si possono nascondere..
Fatta l'impalcatura prendiamo un foglio di carta e schiacciamolo tra le mani con vigore per deformare la carta e poter realizzare finte rocce.. modelliamo, con attenzione, la carta sulla nostra impalcatura e sotto le nostre mani vedremo nascere montagne, grotte, anfratti.. continuiamo con la carta fino a coprire tutta l'impalcatura.. stendiamo della carta vellutata verde sul piano restante ed avremo unprato.. dove spargeremo dei sassolini bianchi a mò di strade.. l'anfratto o grotta più ampia lo useremo per la Natività .. le altre le useremo per i vari scenari che vogliamo realizzare..
al centro resta sempre un vuoto.. ed io applico quelle belle scene di città d'oriente.. dando un senzo di profondità scenica.
In anfratto a lato potremo inserire una fontanella di quelle già pronte in commercio con acqua corrente.. poi con l'aiuto di muschio vero o artificiale adorneremo i monti sovrastanti e formeremo dei prati per far pascolare le pecorelle..useremo pezzi di legno per far falò dove sostano le carovane .. un pozzo dove attingere l'acqua fatto di polistirolo espanso a cubetti e fissato con stuzzicadenti ...
Metteremo le statuine più piccole in lontananza.. sulle montagne ..vicino alle casette.. e le più grandi in vista in odo da creare una bella prospettiva.. i re magi vanno collocati sul monte più alto come se venissero da lontano.
Prima di accostare la muro il nostro presepe fissiamo il cielo stella e se ne abbiamo voglia costruiremo delle stelle con la stagnaola facendo le costellazioni che conosciamo. Dal soffitto col filo di nylon facciamo scendere degli angeli ed uno vicino ai re magi che indichi loro la strada della grotta. A me piace illuminare il presepe come in teatro con la ribalta mascherando le lampade colorate fissate avanti , con carta stagnola..
Può sembrare difficile ma non lo è basta un pò si pazienza ed inventiva .. io lo faccio in genere in un paio d'ore.. ma mi direte che sono allenato.. ma sono anche esigente verso me stesso e se non mi piace smonto tutto o in parte.. fintanto che non viene fuori quello che mi piace.

Presepe con i lego

Idea Originale: Presepe con i Lego
Un modo originalissimo di realizzare il presepio è quello di usare i mattoncini Lego: servirà una base piuttosto grande di colore verde per realizzare la capanna; i pezzi bianchi potranno essere utilizzati per le pecorelle mentre quelli gialli e blu per i laghetti e la stella cometa.

© Riproduzione Riservata
TAG  natale  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami