Home » Feste » Natale » Odiare il Natale

Odiare il Natale

C'è chi impazzisce di gioia alla prima luce natalizia e chi vive queste feste con senso di solitudine e angoscia. Vediamo perché e come evitare di star male.

Odiare il Natale

Se c'è chi pensa alle feste natalizie già a settembre, gioisce vedendo le strade illuminate e ascoltando le canzoncine di Natale, c'è una folta schiera di persone che al sol pensiero dei festeggiamenti e dei regali trema. E a meno che non abbiate la possibilità di andare dall'altra parte del mondo il 23 di dicembre e rientrare dopo l'Epifania, è molto probabile che anche quest'anno, volenti o nolenti, dovrete festeggiare. La cosa migliore forse è cercare delle strategie per superare questo momento nel miglior modo possibile.
Alcune persone soffrono di una vera e propria depressione natalizia, chi semplicemente non sopporta i convenevoli tipici di questo periodo, chi sente ancora di più la solitudine a Natale e anche chi non ha voglia di correre per negozi alla ricerca di regali per persone poco apprezzate.

Ma per quali ragioni le ricorrenze natalizie sono così pesanti da affrontare?
Il 59% non riesce proprio a reggere il fatto di dover stare a stretto contatto con i parenti “insopportabili”, accuratamente evitati per tutto il resto dell'anno, ben il 52% lamenta di doversi cimentare con lo shopping forzato, sforzandosi di azzeccare il regalo giusto (tentativo che raramente riesce), mentre il 46% teme “come una malattia” la prospettiva di dover stare troppe ore a tavola, alle prese con cenoni e abbuffate. Non solo: il 35% detesta il fatto di dover scrivere i bigliettini di Natale e al 26% secca dover addobbare l'albero.

Ecco qualche utile stratagemma per passare senza "traumi" queste feste di Natale.

Operazione Regali

Se la cosa che più non sopportate delle feste è pensare ai regali, una soluzione c'è. Innanzi tutto, complice anche la crisi degli ultimi tempi, si possono e devono fare solo doni mirati a persone selezionate, e se non avete il tempo o la voglia di uscire di casa, ormai internet viene in aiuto. Standovene comodamente seduti a casa o nella pausa ufficio potrete pensare ai regali per tutta la famiglia, cogliendo anche delle ottime occasioni. In realtà un'idea può anche essere quella di decidere con i familiari di non farsi regali, tranne ai bambini, e vedrete che ci sarà un'incombenza in meno.

Aiuto: il pranzo con i parenti!
Chi non ha parenti noiosi, pesanti e invadenti, ma purtroppo è obbligato ad invitarli? Un'idea può essere quella di fare un pranzo a buffet, senza dover per forza rimanere seduti tutto il pranzo vicino a chi ci annoia, ma ci si alterna e si parla un po' con tutti.
Se invece a pesarvi è preparare il pranzo per tutta la famiglia, la cosa migliore è che ognuno porti qualcosa; in questo modo il padrone di casa avrà meno incombenze.

Solidarietà

Proprio non ve la sentite di festeggiare, di ricevere parenti e amici e non avete i soldi per andare dall'altra parte del mondo? Ok, allora pensate ai meno fortunati, che forse il Natale lo vorrebbero festeggiare. Potete informarvi nelle varie associazioni di volontariato, negli istituti, ospedali e case di riposo e dedicare le vostre ore libere di festa ai meno fortunati. Facendo del bene agli altri, farete del bene anche a voi stessi.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  natale   depressione  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami