Home » Moda » Consigli » Saldi estivi 2014: il calendario per tutte le regioni

Saldi estivi 2014: il calendario per tutte le regioni

Tra il 5 e il 7 luglio cominciano le liquidazioni in tutte le località italiane

Saldi estivi 2014: il calendario per tutte le regioni

 Il caldo quest'anno ha fatto fatica ad arrivare, la primavera non è stata particolarmente mite e soleggiata e molti hanno aspettato a fare gli acquisti di cambio stagione per approfittare dei saldi estivi per aggiudicarsi i must dell'estate a prezzi minimal.
Se nella lista dei desideri c'è un costume delle nuove collezioni, un coloratissimo crop top o un bel paio di sandali rasoterra meglio frenare l'impulso all'acquisto e attendere qualche settimana.

I saldi estivi del 2014 cominceranno sabato 5 luglio in Lazio, Piemonte, Veneto e Toscana e tra il 6 e il 7 luglio in tutte le altre regioni.

Il primo semestre dell'anno ha confermato il trend negativo delle vendite che era già stato causa dell'anticipazione dei saldi dello scorso inverno. Con queste liquidazioni i commercianti quindi sperano di rifarsi dalle scarse vendite dei mesi scorsi.
I ribassi dureranno circa 45 – 60 giorni quindi si potrà approfittare delle svendite fino a fine agosto e inizio di settembre. Gli sconti applicati saranno del 30 - 50% fino ad arrivare a punte del 70% durante il periodo finale.


Calendario
Ecco le date di inizio dei saldi estivi 2014 per tutte le regioni:

  • 5 luglio - Lazio, Piemonte, Toscana, Veneto
  • 6 luglio - Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Sardegna
  • 7 luglio - Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sicilia, Umbria, Valle d’Aosta

Nel Trentino Alto Adige la scelta delle date di inizio dei saldi dipende dai singoli comuni.


Alcune dritte per gli acquisti con i saldi
Per non rimanere “fregati” da sconti truffaldini o prodotti fallati ecco una serie di preziosi consigli da seguire attentamente:

  • i cartellini dei capi scontati devono indicare prezzo iniziale (prima della liquidazione), prezzo ribassato e percentuale di sconto
  • verificare i costi prima dell'inizio dei saldi: in questo modo si avrà la certezza che i capi che interessano abbiano davvero un prezzo ribassato
  • i prodotti in saldo devono essere quelli della stagione in corso e non rimanenze di magazzino
  • conservare sempre lo scontrino di acquisto: in caso di prodotti difettosi c'è l'obbligo di sostituzione o rimborso da parte del commerciante
  • meglio provare sempre quel che si compra, è difficile trovare una vasta scelta di taglie e misure dei capi e degli accessori messi a sconto
  • in caso di truffa ci si può rivolgere alle associazioni dei consumatori o denunciare l'accaduto ai Vigili Urbani o presso l'ufficio comunale del commercio

Il nostro ulteriore consiglio è di non buttarsi mai a capo fitto sugli acquisti solo perché ci sono le svendite: è sempre bene prima guardare cosa c'è nel guardaroba e poi procedere con le compere dei soli abiti e accessori di cui si ha veramente bisogno. In questo modo si evitano imperdonabili doppioni, abbinamenti improbabili e portafogli vuoto.

Di Elisa Gamberi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami