Home » Moda » Abbigliamento » Milano 21 settembre: ultime sfilate primavera estate 2015

Milano 21 settembre: ultime sfilate primavera estate 2015

È calato il sipario sulla presentazioni delle collezioni primavera/estate 2015. Milano passa il testimone a Parigi

Milano 21 settembre: ultime sfilate primavera estate 2015

Oggi si è chiusa la settimana della moda milanese: sei giorni di sfilate a ritmo incalzante in alcuni casi con appena dieci minuti di pausa tra un marchio e il successivo (e non poche polemiche da parte dei diretti interessati).
La donna per la primavera estate 2015 sarà versatile
: potrà essere casual, chic, bon ton, ipercolorata o con outfit rigorosamente geometrici: la scelta al proprio mood. Oggi, non ce ne vogliano, non hanno sfilato grandi big ma astri nascenti del fashion come Leitmotiv, o stilisti più affermati come Grinko un giovane russo che ama l'Italia. Per lui, uno stile sfarzoso e ricco di sperimentazione con collezioni in cui ci sono le stravaganze (o eccessi?) di un gusto slavo ma senza mai cadere nella volgarità.

Un grande assente, Giorgio Armani: il Re della moda, a cui di solito veniva affidata la chiusura della kermesse, ha deciso di sfilare il sabato in presenza della stampa straniera. Dopo oltre 100 sfilate e numerosi eventi collaterali Milano Moda chiude i battenti. Da domani il testimone passa a Parigi per nove giorni, siamo certi, di puro glamour.

Domenica in fiore
Ieri, è stato un giorno di festa anche per la settimana della moda. Marni - griffe guidata da Consuelo Castiglioni, ha già conquistato clienti come Madonna ed Elle Macpherson - ha festeggiato i suoi 20 anni trasformando il fashion in un mercato di fiori, un luogo dove trascorrere un pomeriggio di relax senza rinunciare allo shopping. Dalle 15 alle 21, dunque, via libera agli acquisti: dentro il mercato, il Marni Prisma, erano in vendita oggetti di ogni tipo con scopo benefico.


Ferragamo: luce, colore e un ritorno “storico”
Salvatore Ferragamo lo disegnò per Judy Garland nel 1938, una zeppa altissima a strati sagomati e colorati come un arcobaleno chiamandola, appunto, “Rainbow”. Massimiliano Giornetti, direttore creativo della maison, ha deciso di proporlo in colori neutri ma in lavorazioni e materiali preziosi. E così le scarpe diventano il tema unificante di una collezione divertente, giocosa, che passa dai bianchi a colori più vivaci.

«Oggi bisogna proporre abiti e accessori unici, capi che racchiudano davvero il meglio dell'artigianalità e della bellezza italiane. Un esempio su tutti? La nuova maglieria che arriva a impiegare fino a 40 ore di lavoro per creare un abito»
ha detto lo stilista.

Ed è proprio il grande impiego di maglieria a caratterizzare la collezione: abiti, maglie e gonne che racchiudono raggi di luce gialla e azzurra e illuminano un insieme “nature”.



Trussardi: lo sport senza fronzoli
Lo sport come “attitudine” a un'estetica pratica: Gaia Trussardi spiega così i suoi riferimenti allo all'outfit che ruota intorno all'attività fisica. In passerella il linguaggio scelto è quello del casual ben studiato e facile a cui però non è semplice ascrivere i pantaloni scampanati a vita alta, i tubini di pelle che fasciano la silhouette e i soprabiti a scatola. Il tutto interpretato con una palette cromatica tra blu, bordeaux e senape, e con le classiche maxi bag che accendono i monocromatici dalle nuance più sobrie.


Dolce&Gabbana: Sicilia, Spagna e scarpe-tabernacolo
“Cavalleria Rusticana”, rullo di tamburi, sarabanda: i fari si accendono e la prima modella-torera attraversa la passerella... benvenuti allo spettacolo Dolce&Gabbana! In un match virtuale tra Spagna e Sicilia Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno voluto tradurre in abito storia e cultura, spesso e volentieri con accenti di stravaganza come le scarpe dorate il cui tacco si apre svelando un tabernacolo che racchiude il Sacro Cuore. Gabbana l'aveva postata in anteprima su twitter e già aveva scatenato un fiume di retweet. Sarà vera gloria? Chissà...

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami