Home » Moda » Abbigliamento » Festival di Sanremo 2014, i look della terza serata

Festival di Sanremo 2014, i look della terza serata

I promossi e i bocciati nella terza serata del festival di Sanremo 2014... che non coincidono con la classifica provvisoria!

Festival di Sanremo 2014, i look della terza serata

La classifica di fine serata dice Renga, Arisa e Rubino sul podio. È ancora provvisoria, ma conferma dei pronostici di vecchia data (a eccezion fatta per l'assenza di Noemi, ad ora addirittura nona). Per l'outfit, invece, a essere promossi, bocciati e – forse – rimandati al prossimo Sanremo sono stati altri protagonisti: sbirciamo insieme nei loro guardaroba da gran soirée... o quasi!

Promossa (quasi) a pieni voti
Luciana Littizzetto
ha scelto ancora il nero per aprire la terza serata del festival di Sanremo 2014. Niente abito questa volta, ma una tuta-smoking tres chic. Il taglio del pantalone, alla caviglia e un po’ baggy, forse confonde un po' la figura già minuta della presentatrice che inciampa, tra l'altro, sull'hairstyle. Peccato quel raccolto “confuso”, meglio una ponytail fermata da qualche fermagio gioiello.

Per il secondo look, la presentatrice torinese è ritornata al minidress che, fino ad ora, è stato il filo conduttore del suo look al festival di Sanremo 2014. Il modello scelto, dal taglio squadrato, era quasi interamente ricoperto di pietre trasparenti luminosissime; immancabili, le calze nere coprenti d'obbligo con la “cortezza” dell'abito. Litti ha chiuso infine la serata con un abito verde reso unico da alcuni fiori in tessuto applicati sul collo. La presentatrice si è lamentata del peso del vestito, ma quando si indossa un capolavoro della sartoria soffirire un po' andrebbe messo in conto!

Bocciate
Giusy Ferreri
, in animalier Just Cavalli, ha osato un tubino a maniche lunghe animalier effetto “disco”. Esagerate le scarpe: fetish décolleté open toe con cinturino e plateau.
Noemi
per la terza serata ha scelto di puntare sul nero (sempre Gattinoni), niente spalline, niente forme, niente gioielli ma un discutibile cerchietto rock.
Arisa, torna in gara con Jil Sander con una rivisitazione del classico tubino: scollo a “V” e tessuto glitter. A contrasto, oltre il rossetto, le scarpe blu Cina.
Antonella Ruggiero che è salita sul palco con capelli fin troppo arruffati e completo total black Japan style ma senza particolare glamour.

Rimandati (con riserva)
Tutti i maschietti sono passati sul palco dell'Ariston senza infamia e senza lode. Vale per i completi “classici” di Renga (feroce no comment sulla camicia nera sbottonata) e Sarcina, più intento ai selfie che a... guardarsi allo specchio e togliersi quegli stonati orecchini (e a cambiarsi d'abito). Per Rubino un completo blu con il guizzo di una cravatta glitterata by Jil Sander, Gualazzi (di nuovo Corneliani) un look “troppo” impeccabile, mentre la giacca glitter Pignatelli della voce dei Perturbazione (al secolo Tommaso Cerasuolo) non fa... scintillare il suo outfit. E, per finire Frankie Hi-Nrg con la sua "Pedala" e un inconsueto abbigliamento elegante per un rapper: completo doppiopetto grigio, camicia e cravatta bianca... disorientano l'ascolto.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami