Home » Moda » Abbigliamento » Cannes 2015, look terza serata

Cannes 2015, look terza serata

Obiettivi puntati sull'attesissimo arrivo di Emma Stone che non delude le aspettative nella terza giornata del Festival di Cannes

Cannes 2015, look terza serata

La star della terza giornata del Festival di Cannes 2015 è stata Emma Stone, protagonista del film Irrational Man, diretto da Woody Allen. Il regista è alla sua tredicesima partecipazione – la prima volta fu nel 1979 con Manhattan – collocandosi sempre, come da sua richiesta, nella categoria “Fuori concorso”. L'attrice, che la mattina aveva posato per il consueto photocall in un delizioso e “sbarazzino” abito cocktail di pizzo firmato Oscar De la Renta (a cui, uno scherzetto del vento, ha sollevato l'orlo più del necessario), la sera ha dato il meglio di sé con un abito lungo blu pallido di Christian Dior Couture dallo stile semplicemente elegante. Statuaria e con un portamento da modella, si è a lungo soffermata a posare sul red carpet accanto al regista e alla co-protagonista Parker Posey che, con un rivoluzionario cambio di hairstyle (da mora è passata a biondo rame) enfatizzato da una fascia gold in pendant con abito e accessori, ha - quantomeno! - incuriosito tutti.


Léa e Rachel brillano di luce propria
In un Miu Miu lavanda, Léa Seydoux ha fatto passerella per la premiere di The Lobster del greco Yorgos Lanthimos, annunciato come un possibile candidato alla Palma d'oro. Dal taglio minimalista l'abito, si “accende” grazie ad importanti applicazioni sparkling sugli orli di maniche e collo; a dir poco deliziosi gli chandelier con vistosi zaffiri di Chopard in un insolità (e un po' improbabile) pendant. Nella pellicola anche il premio Oscar Rachel Weisz che ha optato per per un abito lungo bianco firmato Louis Vuitton con oblò in zona décolleté, e tempestato di borchiette. Per lei, diversamente dalla collega di set, capelli sciolti e niente gioielli.


E poi arriva Colin
Irlandese, classe 1976 (il 31 maggio soffierà su 39 candeline), Colin Farrell ha sfilato da vero “piacione” nel suo primo appuntamento con la Croisette. «Non so bene di che parli 'The Lobster', non l’ho ancora visto. So solo che dopo averlo letto mi era rimasta dentro una cosa, il senso di solitudine che veicola» ha detto in occasione del photocall. In completo grigio di giorno e in “classico” nero la sera, capelli impomatati, filo di barba e sguardo da die hard, l'attore è apparso in splendida forma sorprendendo tutti che, in pellicola, l'hanno visto ingrassato, con occhiali e baffi.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami