Home » Matrimonio » Viaggi di nozze » Viaggio di nozze vegano: ultimo trend bridal

Viaggio di nozze vegano: ultimo trend bridal

Anche il settore turistico segue le tendenze del momento e cerca di soddisfare le richieste delle coppie che cercano una luna di miele vegan friendly

Viaggio di nozze vegano: ultimo trend bridal

Pare che l'8% degli italiani abbia deciso di eliminare dalla propria alimentazione carne, pesce e latticini scegliendo così una dieta vegetariana o vegana.
Una decisione che può influenzare la quotidianità dal momento che non tutti i ristoranti o gli alberghi sono in grado di soddisfare questa richiesta, anche se tantissime strutture si stanno attrezzando per le varie esigenze dietetiche degli ospiti.
E se seguire questo piano alimentare è semplice stando a casa propria, diventa difficoltoso quando ci si sposta e si viaggia.
Ecco perché è importante informarsi e rivolgersi ad agenzie specializzate che si dedicano anche a quelle coppie che scelgono di fare un viaggio di nozze vegano ma non vogliono rinunciare a visitare paesi non necessariamente vegan friendly!


Un trend bridal di nicchia
Sebbene le coppie vegano-vegetariane siano ancora una minoranza, quelle che percorrono questa ideologia, sono sempre alla ricerca di situazioni che possano soddisfare i loro menù, ovunque esse siano.
Così le ultime tendenze sono banchetti nuziali e lune di miele vegetariani!
Tuttavia è importante informarsi bene e non lasciare nulla al caso perché non sempre è facile soddisfare questa esigenza. Chi perciò sta pensando ad un viaggio di nozze vegano dovrebbe sapere alcune cose che eviteranno spiacevoli inconvenienti.


4 suggerimenti per una luna di miele no carne!
Se alcune coppie amano partire senza pianificare nulla, quelle che desiderano fare un viaggio di nozze vegano non possono improvvisarsi: ecco quindi cosa fare !

  1. Valutare pro e contro del fai da te e delle agenzie
    Se da un lato il fai da te ha vari vantaggi economici è anche vero che il rischio di avere sorprese all'arrivo è maggiore. Organizzare da soli richiede tempo e capacità di navigare in internet, la conoscenza dell'inglese (molti siti specializzati sono disponibili solamente in questa lingua) e un buon lavoro di incrocio dati. Ecco perché a volte conviene rivolgersi a consulenti specializzati che conoscono meglio le strutture e possono verificare sul campo.
  2. Non ridursi all'ultimo momento
    Siccome le strutture vegan friendly sono ancora poche per non rischiare di rimanere a bocca asciutta è fondamentale informarsi con largo anticipo.
  3. Scegliere paesi e mete più adatte
    Forse non tutti lo sanno, ma ci sono paesi nel mondo che hanno un'alimentazione più vegetariana ed è possibile mangiare con molta facilità eliminando carne e pesce. In Asia i piatti vegetali fanno parte del menù standard e con pochi dollari ci si alimenta abbondantemente.
    Ci sono poi anche paesi non propriamente vegani, come l'America dove solitamente la carne abbonda sulle tavole, ma queste nazioni si stanno organizzando per andare incontro alle richieste di molti clienti e stanno nascendo parecchie strutture vegan friendly.
  4. Con le agenzie si può andare ovunque
    Rivolgersi ad esperti del settore vuol dire assicurarsi un viaggio di nozze vegano senza sorprese, ma soprattutto può voler dire pianificare anche quei tour difficili da fare da soli: pensate per esempio al safari in Africa, dove la maggior parte dei lodge serve carne di animali selvatici. Un'agenzia potrebbe prendere contatti più mirati e far trovare in mezzo al nulla ottimi piatti vegetariani.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  vegan  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami