Home » Mamma » Neonato » Scopri gli importanti traguardi del neonato a 3 mesi

Scopri gli importanti traguardi del neonato a 3 mesi

Tutto sul neonato di 3 mesi: alimentazione, crescita e sviluppo

Scopri gli importanti traguardi del neonato a 3 mesi

Percorrendo mese dopo mese lo sviluppo del neonato a partire dalla nascita arriviamo a una svolta importante, quella che il neonato sperimenta a tre mesi di vita.

Il neonato di 3 mesi comincia ad essere consapevole del mondo che lo circonda ed a cercare di instaurare un canale di comunicazione con la mamma e il papà.
Uno sguardo, un sorriso, un gorgheggio ma anche uno scoppio di pianto o una attacco di rabbia sono tutti modi che il neonato usa per comunicare le sue sensazioni e le sue emozioni ai genitori o a chi gli sta vicino in quel momento.

Dal punto di vista dell'alimentazione e dell'allattamento invece non si registrano grandi cambiamenti rispetto al neonato di due mesi : l'allattamento è ancora la principale, se non unica, fonte di alimentazione del neonato e sia che si tratti di allattamento al seno sia che stiamo allattando con latte artificiale è ancora la frequenza delle richeiste del neonato a dettare il ritmo delle poppate.
È certo però che con il passare delle settimane le poppate si diradano e, soprattutto di notte, possono passare diverse ore tra una richiesta e la successiva. Diradandosi le richieste del piccolo cambierà anche la produzione di latte della mamma, ma niente paura, la natura è saggia e se avete la sensazione che il latte non è più abbondante come durante i primi due mesi è solo per evitare inutili sprechi di un alimento cosi prezioso come il latte materno.

Come cresce e si sviluppa il neonato di 3 mesi? Quali nuovi traguardi è pronto a raggiungere?
Ogni settimana, ogni singolo giorno è di vitale importanza per lo sviluppo del neonato. La curiosità di chi ha ancora tutto da imparare si manifesta con i primi timidi tentativi di comunicare con le persone che si prendono cura di lui giorno dopo giorno, la mamma e il papà.
Allo stesso modo in cui ci si rallegra e ci si può perfino commuovere per un sorriso o uno sguardo speciale del nostro piccolo cerchiamo di interpretare anche i suoi scoppi di pianto come un tentativo di comunicarci qualcosa e non come un capriccio: fame, sonno, dolore o solitudine sono tutte sensazioni che il neonato trasmette attraverso il pianto.
Perché no, anche il momento del bagnetto può essere la scusa ideale per stringere il legame tra il neonato e i suoi genitori attarverso uno scambio di sguardi e di carezze.


Ogni bambino cresce al suo ritmo però in generale il neonato di 3 mesi comincia a seguire un oggetto con lo sguardo, ad osservare un viso con attenzione e a riconoscere oggetti conosciuti. A livello motorio muove gambe e braccia in modo sempre più coordinato e riesce a sostenere la testa e il collo per alcuni secondi.


Tra gli oggetti indispensabili per questa fase della sua crescita troviamo ad esempio la sdraietta che gli permette di godere di una buona visuale dell'ambiente domestico senza rinunciare alla sicurezza di un solido appoggio per la testa e il collo, ancora troppo delicati per reggersi da soli.

Anche una palestrina multiattività può essere un valido supporto per praticare esercizi sensoriali o attività finalizzate a stimolare la sua curiosità e il suo spirito di superazione.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami