Home » Mamma » Neonato » Consigli per far abituare il neonato al ritmo notte/giorno

Consigli per far abituare il neonato al ritmo notte/giorno

Il ritmo notte/giorno degli adulti è molto diverso da quello dei neonati : il genitore desidera solo dormire qualche ora consecutiva, il figlio invece è attivo e pronto a giocare o mangiare

Consigli per far abituare il neonato al ritmo notte/giorno

È normale che il genitore desideri far abituare il neonato al ritmo notte/giorno, ma non è una missione facile. Sono pochi i genitori che possono vantarsi di avere un bimbo che dorme quasi tutta la notte, senza avere crisi di pianto frequenti.

Sì, è normale che la mamma e il papà desiderino tornare il prima possibile a dormire, ma è importante capire che il neonato ha semplicemente dei ritmi diversi: anche lui dorme, solo che lo fa in orari non uguali a quelli degli adulti.

 

Il bebè ha un sonno frammentato e tende a riposare quando è stanco, senza badare se la luce del sole se è presente o meno, o quando tutti gli altri vanno a dormire. Perché accade? È tutta una questione di ormoni: negli adulti il ciclo viene regolato dal cortisolo e dalla melatonina, rispettivamente l'ormone del giorno e l'ormone della notte.
I bambini non hanno ancora sviluppato questi ormoni, perché non sono ancora stati sottoposti a un costante alternarsi di luce e buio, un ritmo per noi fin troppo comune. Si tratta quindi di aspettare che la natura giochi il suo ruolo e attivi l'orologio biochimico.

Un passo alla volta comunque, è possibile accelerare un po' il processo e far allineare le abitudini del bambino a quelle del genitore.

 


Credits: Foto di @PublicDomainPictures | Pixabay

 

Come si attiva l'orologio biochimico del neonato

Il neonato sarà soggetto a un tempo molto più scandito, farà brevi sonnellini pomeridiani, mentre la notte tenderà a dormire molto più a lungo. I genitori devono essere i primi istruttori, quelli che insegneranno al bambino come abituarsi a queste due fasi importantissime.

 

Solitamente il bambino inizia ad abituarsi al ritmo notte/giorno verso i sei mesi, grazie alla formazione del cortisolo e della melatonina. Ci sono comunque delle variabili del tutto personali, che cambiano da neonato a neonato. È fondamentale che i genitori imparino a rispettarle.

 

Consigli utili

Adesso vediamo quali sono i “trucchi” per far abituare il neonato al ritmo notte/giorno, assecondando la normale formazione del suo orologio biologico.

 

  • Durante i sonnellini pomeridiani il bambino non deve dormire completamente al buio e deve esserci sempre un leggero rumore di sottofondo, va evitato il silenzio assoluto. In questo modo il neonato inizia a capire che il sonno nelle ore diurne è più breve e diverso da quello notturno.

  • La notte il bambino deve dormire nella quiete, in una stanza buia e nel silenzio totale.

  • È importante che il neonato la maggior parte delle volte si addormenti nel luogo dove poi di fatto dorme. In questo modo non si incentivano possibili disturbi del sonnellino. Aiutarlo a replicare questo “rituale”, sarà di grande aiuto. Proprio come noi adulti, anche i neonati si “affezionano” in fretta alle proprie abitudini e per questo è importante che sin da subito siano corrette.

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami