Home » Mamma » Infanzia » Travasi montessoriani

Travasi montessoriani

I travasi di liquidi o solidi sono tra le più importanti attività montessoriane di vita pratica perchè aiutano i bimbi a esercitare la precisione nei movimenti e l'autocorrezione.

Travasi montessoriani

Nell’ambito delle attività montessoriane hanno un’importanza speciale le attività di vita pratica, che, secondo la Montessori, sono una vera e propria ginnastica propedeutica alla vita nell’ambiente reale.
Gli oggetti per la vita pratica invitano i bambini a compiere un lavoro con uno scopo da raggiungere, quindi al piacere di padroneggiare i movimenti si aggiunge la soddisfazione di vedere riconosciuto il proprio lavoro e di vedere l’effetto a livello pratico delle proprie azioni.
Per questo motivo i travasi di solidi o liquidi sono un ottimo esercizio per cominciare a praticare le attività di vita pratica, visto che già a partire da un anno o un anno e mezzo i bimbi possono cominciare a interessarsi a quest’attività.
Attraverso l’esercizio e la pratica di pochi semplici movimenti anche i bimbi più piccoli potranno vedere il risultato delle loro azioni, prendendo coscienza della propria capacità di modificare l’ambiente che li circonda.

Credits: Foto di @Mojca J | Pixabay

 

Tipi di travasi
I travasi possono essere di due tipi, a seconda del materiale che viene proposto.
Travasi di liquidi: in questo caso si parla essenzialmente di travasi d’acqua, anche se è possibile aggiungere qualche goccia di colorante alimentare. Possono essere travasi da una brocca all’altra, o da una brocca a un bicchiere usando direttamente il contenitore pieno per versare l’acqua in quello vuoto, ma possiamo anche proporre al bambino una ciotola piena d’acqua da travasare aiutandosi con un cucchiaio o con una tazzina.

Travasi di solidi: in questo caso la scelta dei materiali da travasare è molto più ampia visto che può servire allo scopo qualsiasi oggetto di piccole dimensioni, come ad esempio legumi secchi, riso, pasta, ma vanno benissimo anche materiali di recupero come tappi di sughero o di plastica. Anche in questo caso possiamo proporre al bimbo diversi strumenti per travasare o lasciarlo sperimentare e usare le mani.

Credits. Foto di @Alexandra_Koch | Pixabay
Sia per quanto riguarda i travasi di solidi che di liquidi i contenitori da usare dovrebbero essere contenitori di uso quotidiano, meglio se frangibili. In questo modo il bambino, magari facendo qualche piccolo danno, imparerà i movimenti corretti in libertà attraverso l’autocorrezione.

Come proporre e svolgere l’attività
Per proporre quest’attività dobbiamo prima preparare il materiale necessario. Su una superficie di lavoro abituale per il bimbo (ad esempio un tavolino basso) sistemiamo una ciotola piena con il materiale da travasare e un contenitore vuoto. Mettiamo a sua disposizione sul tavolo diversi strumenti con i quali possa spostare il materiale da una ciotola all’altra: cucchiai di diverse dimensioni, tazze o bicchieri.
Per invogliare il bimbo a sperimentare quest’attività possiamo dare l’esempio e cominciare noi l’attività. Il bimbo sarà incuriosito dai nostri gesti e il nostro compito sarà quello di lasciarlo libero di ripeterli, se e quando vorrà.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  montessori  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami