Home » Mamma » Infanzia » Mal d’auto nei bambini

Mal d’auto nei bambini

Se i bambini soffrono il mal d'auto, i viaggi possono essere un problema: vediamo i rimedi per questo disturbo, per poter andare in vacanza senza pensieri

Mal d’auto nei bambini

Il mal d’auto, anche chiamato e conosciuto con il nome di chinetosi, è un disturbo che provoca malessere e nausea, accompagnata quasi sempre da vomito. Chi ne soffre può avere qualsiasi età e può sentirsi male durante viaggi sia brevi che lunghi; è una malattia da movimento, che si manifesta solo ed esclusivamente quando il corpo è trasportato da un mezzo, quale ad esempio l’auto, ma potrebbe evidenziarsi anche durante un viaggio in pullman, in nave o in aereo, o addirittura sulle giostre.
Generalmente il mal d’auto inizia a manifestarsi molto presto come età, verso i 2 anni, massimo 3, e può durare oltre l’adolescenza fino, in alcuni casi, all’età adulta.

 

Sintomi
I sintomi sono il classico malessere generale di cui il bambino inizia a lamentarsi quasi da subito che lo porta ad avere:

  • male alla pancia
  • senso di vertigini
  • pallore
  • male alla testa
  • nausea
  • vomito

Tra tutti il vomito è il sintomo peggiore, poiché dopo il bambino prova un senso di spossatezza e stanchezza diffusa, ma forse l’unico aspetto positivo è che a volte, dopo aver vomitato, i bambini si addormentano e il viaggio scorre più veloce.
 

 

Cause del mal d'auto
Il disturbo nasce dai centri nervosi, deputati alla regolazione dell’equilibrio, che sono concentrati nell’orecchio, a livello di apparato vestibolare. Oltre all’orecchio è deputato anche l’occhio, che ovviamente manda anch’esso degli imput al cervello per ciò che concerne l’equilibrio.
Si tratta di una problematica non eterogeneamente diffusa, poiché solo alcune persone e bambini ne soffrono, questo male si manifesta ad esempio quando si è soggetti ai movimenti verticali delle imbarcazioni in galleggiamento, in altre persone le vertigini o la nausea sono maggiori durante i viaggi in auto su strade con curve, ecc.

 

Credits: Foto di @Tom Staziker | Pixabay

 

Consigli prima della partenza e durante il viaggio
Fate fare colazione ai bambini, lo stomaco pieno sarà di aiuto rispetto allo stomaco vuoto, che causa maggiore produzione di acidi e di liquidi che incidono poi sulla nausea. Meglio introdurre pochi liquidi, meglio incece optare per alimenti secchi. Portare con sé snack salati come crackres o schiacciatine, da sgranocchiare durante il tragitto se necessario, ma non bere troppa acqua.
Fare provvista anche di sacchetti di plastica (tipo quelli per la frutta che danno al mercato), che saranno utili in caso di vomito improvviso.
Far viaggiare il bambino seduto in modo corretto, mai sdraiato, cercando di più possibile di mantenere stabile la testa
(per via del discorso dell’equilibrio). Sarebbe opportuno, se possibile, posizionare il bambino al posto accanto al guidatore, farlo distrarre guardando la strada è sempre un modo utile diciamo anti-nausea. Inoltre coinvolgerlo in giochi da fare insieme, far ascoltare della musica, canticchiare, evitate il silenzio se possibile. Sconsiglierei invece i libri, poiché la lettura  potrebbe invece favorire la nausea e tutte le conseguenze.

 

Attenzione a...
Niente sigarette accese in auto, fate piuttosto delle soste, che per il bambino saranno un sollievo e per gli adulti un’opportunità per poter fumare in tranquillità senza intossicare nessuno. È anche una buona cosa viaggiare di notte o di sera, solitamente i bambini soffrono di meno.
In nave scegliere le cabine centrali, mentre sull’aereo è bene optare per i posti in corrispondenza delle ali.

 

Rimedi farmaceutici e non
Provate con il braccialetto antinausea, io li ho  usati e funzionano. Si trovano in molte farmacie a pochi euro.
Perfette anche le apposite gomme da masticare. Un trucco? Io ho preso delle normalissime gomme e ho detto ai miei bimbi che erano magiche perché antivomito: il risultato è stato che non hanno mai più vomitato grazie “alla magia”!
Per i farmaci antinausea adatti ai più piccoli è bene consigliarvi con il vostro pediatra.
Potete trovare anche qualche prezioso rimedio omeopatico contro la chinetosi: Omeopatia per disturbi estivi.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  bambini   viaggi  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami