Home » Mamma » Infanzia » Importanza dei giochi non elettronici

Importanza dei giochi non elettronici

Ritorno di tendenza verso i giocattoli tradizionali di una volta, che sviluppano la fantasia.

Importanza dei giochi non elettronici

Finalmente una buona notizia: i bimbi stanno riscoprendo il valore dei giocattoli di una volta, quelli poco tecnologici ma che si animano con la fantasia e l'entusiasmo di cui solo i più piccoli sono dotati. Pupazzi, costruzioni e bambole stanno tornando di moda e sono giocattoli che stimolano la creatività del piccolo che si diverte a mettere alla prova le sue capacità e partecipa agli svaghi attivamente.

 

Passatempi diversi
Non esiste un gioco migliore di un altro per favorire lo sviluppo dei bambini e si dovrebbe garantire al piccolo la più ampia varietà di divertimenti, alternando i giochi classici, a quelli un po' più moderni, a quelli da fare da solo e quelli di gruppo, in casa e all'aria aperta. Oltre ai vari giochi si può anche modellare la pasta, disegnare, travestirsi o inventare storie. A partire dai due anni si possono introdurre i giochi di finzione in cui il bambino imita l'adulto. Ogni gioco e attività comunque acquista un valore aggiunto se i genitori partecipano.

 

I peluches
Nel peluche bisognoso di coccole e protezione, il bambino rivede se stesso e rivive la relazione con la propria mamma. A differenza dei giochi elettronici, con il peluche si instaura un rapporto esclusivo tra l'oggetto e il bambino e il piccolo si sente importante nel prendersi cura del suo animaletto. Questi giochi hanno quindi il pregio di esaltare il valore della relazione e poi aiutano il bambino ad essere responsabile, perché impara cosa significa prendersi cura giorno per giorno di “qualcuno”. In questo modo i bambini imparano ad amare.

Credits: Foto di @Gerhard G. | Pixabay

 

Puzzle
Non solo puzzle, ma anche tutto ciò che partendo da singoli componenti conduce a una forma: cubi colorati, domino, incastri. Attraverso l'analisi dei pezzi e la percezione delle differenze, questi giochi aiutano a stimolare diverse abilità fondamentali per la crescita, come l'osservazione, il ragionamento, la concentrazione e la memoria visiva. Nei bambini più grandi poi si instaura anche la voglia di arrivare ad un risultato e il desiderio di mettersi alla prova.
 

 

Costruzioni
I mattoncini colorati permettono al bambino di creare combinazioni infinite e di conseguenza hanno un uso duraturo e mai ripetitivo. Il successo del più classico dei giochi è il segno che i bambini vogliono qualcosa che permetta loro di uscire dalle regole e dagli schemi per esplorare possibilità e mondi sempre nuovi e diversi. Costruire qualcosa dal niente è gratificante al di là del risultato e stimola l'autostima del bambino; in più attraverso la manualità e la realizzazione di un'opera il piccolo dà sfogo alla creatività sviluppando un'intelligenza pratica.

Credits: Foto di @Steve Buissinne | Pixabay

 

Anche fuori casa
Il bisogno di semplicità e genuinità dei piccoli è confermato anche da una ricerca della Coldiretti: 6 bambini su 10 amano coltivare l'orto o prendersi cura delle piante di casa. Infatti, i genitori non dovrebbero perdere l'abitudine di portare i figli al parco e nella natura, dove i piccoli possono intrattenere attività con altri coetanei e vivere un contatto diretto con l'ambiente. Evitiamo che i bambini diventino sedentari, aiutiamoli a riscoprire il movimento.
Provate ad organizzare loro una di queste attività all'aperto e vedrete quanto si divertiranno: Giochi all'aperto per bambini.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  giocattoli  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami