Home » Mamma » Infanzia » Igiene dentale nei bambini

Igiene dentale nei bambini

Educare i bambini all’igiene orale rappresenta uno scoglio per molti genitori, che non sanno come gestire questo momento di passaggio. Ecco qualche consiglio per affrontarlo con serenità

Igiene dentale nei  bambini

L’acquisizione di una corretta igiene orale fin dalla prima infanzia è un’abitudine che accompagnerà i nostri figli tutta la vita. Inoltre l’eventuale comparsa di carie in tenera età aumenta il rischio di soffrirne anche quando saranno comparsi i denti definitivi.

A che età è consigliabile cominciare a lavare i denti ai bambini?
Come tutte le buone abitudini non è mai troppo presto per farle nostre.
Fin dalla comparsa dei primi dentini possiamo pulirli utilizzando una garza umida e passare gradualmente all’introduzione dello spazzolino. In questa fase la pulizia sarà compito del genitore, per evitare eventuali danni o escoriazioni alle gengive.
A partire dal secondo anno d’età comincia ad essere importante motivare il bambino ad utilizzare da solo lo spazzolino (ancora senza dentifricio) per fomentare la sua autonomia. In ogni caso i genitori dovranno continuare ad aiutarlo fino ai 4 o 5 anni, per assicurarsi che la pulizia si stia svolgendo correttamente.

Credits: foto di @Wilhan José Gomes wjgomes | Pixabay

 

Come scegliere spazzolino e dentifricio idonei?
Scegliere lo spazzolino giusto è importante per non creare micro traumi nella delicata mucosa della bocca dei più piccoli, diamo quindi la preferenza a uno spazzolino a setole morbide e testa piccola, facendo attenzione alla fascia d’età indicata sulla confezione. Ricordiamoci anche di cambiarlo spesso, almeno una volta al mese. In linea generale, ma soprattutto per quanto riguarda l’igiene dei più piccoli, lo spazzolino dovrebbe sempre essere dotato di cappuccio per ripararlo dal contatto con batteri e polvere presenti nell’atmosfera.
Per quanto riguarda il dentifricio basiamoci soprattutto sull’indicazione dell’età riportata nella confezione, visto che la composizione è differente a seconda delle esigenze delle varie tappe di crescita. Non è consigliabile l’utilizzo del dentifricio prima dei 18/24 mesi, visto che prima di quest’età non sarà capace di sciacquarsi la bocca senza inghiottire.

Credits: Foto di @Daniel Albany | Pixabay
Quando dobbiamo programmare la prima visita dal dentista?
È importante non ritardare troppo la prima visita di controllo (intorno ai 3 anni) non solo per verificare che i denti siano sani, ma anche per abituare il bimbo alla visita dentistica. Ovviamente sarà opportuno scegliere un dentista pediatrico e preparare il bimbo alla visita spiegandogli come si svolgerà e rassicurandolo.
Per motivarlo, invece di promettergli regali dopo la visita, confortiamolo attraverso il contatto fisico, che per i bimbi piccoli è ancora il principale canale di comunicazione con la mamma.

Qualche consiglio per una corretta igiene orale
Aiutare i bambini ad avere una corretta igiene orale non significa slo insegnare loro la pulizia, ma anche seguire alcune precauzioni:

  • Limitiamo il consumo di cibi e bevande ricchi di zuccheri. Ovviamente non significa che dobbiamo privare il bambino di un pezzo di cioccolata o di un succo di frutta, ma ricordiamo che gli zuccheri raffinati sono i principali nemici dei suoi denti.
  • Cerchiamo di abbandonare l’uso del biberon entro i 2 anni. Gli esperti sostengono infatti che un uso prolungato del biberon possa favorire l’insorgenza della carie.
  • Meglio evitare bevande acide, che col tempo rischiano di rovinare lo smalto dei denti.
  • Dal momento in cui cominciamo ad abituare il bimbo ad usare lo spazzolino, cerchiamo di non fare eccezioni: ogni sera ci sarà un momento dedicato a lavarsi i denti. In questo modo fomenteremo l’instaurarsi della routine e per il bimbo entrerà a far parte della normale quotidianità.

Di , © Riproduzione Riservata
TAG  denti   bambini  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami