Home » Mamma » Infanzia » Frutta per bambini da 4 mesi a 2 anni e oltre

Frutta per bambini da 4 mesi a 2 anni e oltre

La frutta è essenziale per tutti, soprattutto per i bambini. Con il suo apporto di vitamine, sali minerali e fibra è una vera fonte di vita che Madre Natura è capace di fornirci stagione dopo stagione, in modo perfetto e specifico per le necessità fisiologiche

Frutta per bambini da 4 mesi a 2 anni e oltre

La frutta per i bambini è importantissima. In estate è ricca di vitamina A, ideale e necessaria per la pelle, e di acqua, capace di idratarci quando il caldo diventa insopportabile. Mentre in inverno la frutta ci regala antiossidanti, capaci di combattere i radicali liberi e l'ossidazione tipica di alcuni momenti di stress a cui il corpo in quel periodo dell'anno è sottoposto.

A cosa servono vitamine e sali minerali della frutta?
Tutti i processi che avvengono nel nostro corpo sono stimolati dalla presenza delle vitamine, che li favoriscono e ne permettono il corretto svolgimento. Ad esempio la vitamina C che si trova in agrumi, kiwi o fragole serve per aumentare la resistenza del sistema immunitario.
Invece il betacarotene contenuto in albicocche, cachi, melone e pesche è trasformato dall'organismo in Vitamina A.
Come non pensare poi all'importanza dei sali minerali? Come il calcio, fondamentale per ossa e denti, o al potassio che c'è in kiwi, banane e albicocche, importante per mantenere il corretto equilibrio idrosalino e le funzioni muscolari e nervose.


Frutta dai 4 ai 6 mesi
La prima frutta da considerare dal momento dello svezzamento fino ai 12 mesi ha delle caratteristiche bene definite, vediamo quali.
La mela è il primo frutto che può essere introdotto dal momento dello svezzamento, meglio scegliere le tipologie più dolci, molto più gradite ai bimbi piccoli; è un frutto particolarmente digeribile, ricco di fibre che agevolano l'attività intestinale.
La pera è un altro frutto da considerare nello svezzamento, perché facilmente tollerata da tutti i bambini, ricca di zuccheri (fruttosio), meglio se data fresca, ben pestata o grattugiata e con un goccio di succo di limone.
La prugna è ideale se il bambino evidenzia problemi di stitichezza; a partire dai 4 mesi o dai 6 mesi si può quindi proporre sotto forma di succhi, in commercio già pronti oppure da preparare a casa in modo assai facile, facendo cuocere delle prugne per qualche minuto.

Frutta dai 10 mesi
La pesca noce e la pesca classica sono frutti di solito molto graditi dai bambini perché molto dolci e succosi; sono consigliati poiché ricchi di potassio, con un contenuto ridotto di zuccheri rispetto ad altri frutti. Avendo però un potenziale allergizzante si devono introdurre solo da questa età e non prima.
La banana è un altro frutto indicato, ricco di potassio, quasi sempre gradito dai bambini perché dolce e facile da consumare, dato che è morbido e non ha semi.


Frutta dai 12 mesi
Dai 12 mesi si possono iniziare ad introdurre arance, mandarini e gli agrumi in generale; buoni, profumati e ricchi di vitamina C. Si tratta di frutta che su alcuni bambini potrebbe scatenare delle allergie, quindi l'ideale è introdurla in modo graduale come quantità e come tipologia.

Frutta dopo i 2 anni
Da questa età il bambino è davvero libero di scegliere e assaporare tutti i tipi di frutta, anche quelli più intriganti come ad esempio il melograno, l'uva o l'ananas. Resta fermo il consiglio di darli in piccole quantità all'inizio, per osservare la reazione sia fisica che psicologica del bambino.
La stimolazione con nuovi tipi di frutta è sempre positiva sotto il profilo psicologico, poiché va da sé che far conoscere nuove forme di cibo ai bambini li avvicini con curiosità a questo mondo così vasto di sensazioni.
Da non dimenticare anche l'introduzione della frutta secca, ghiotta, energetica e assai nutriente, ricca di Omega 3, ad esempio a colazione è un'ottima scelta.

Piccoli consigli
La frutta omogenizzata è sicura dal punto di vista igienico, digeribile e pratica. Ribadisco però l'importanza della frutta fresca in qualsiasi età; a questo proposito è bene ricordarsi che questa andrebbe scelta di tipo biologico, ben lavata e al giusto grado di maturazione.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami