Home » Mamma » Infanzia » Cibi colorati per i bambini

Cibi colorati per i bambini

I colori del cibo a tavola, per il divertimento e la salute del bambino

Cibi colorati per i bambini

Quando si usa dire “anche l'occhio vuole la sua parte” è davvero così! Avete presente cosa vuol dire per il nostro cervello sedersi a tavola e vedersi servire sul tavolo un piatto con il cibo ben disposto, ricco di colori e di varietà?
Il nostro cervello si attiva in particolare modo a seguito della sensazione visiva e ciò accade sia per i noi adulti sia per i più piccoli. A tal proposito proprio sui bimbi si può lavorare molto, soprattutto per stimolare il consumo di piatti a loro poco graditi, che invece con le giuste accortezze possono essere presentati e fatti accettare di buon grado.

Verde
Il verde dei cereali deriva dalla clorofilla, che però nel tempo tende a perdersi, rendendo i vegetali sbiaditi, ecco perché è bene consumarli freschi e sottoporre un ortaggio a meno trattamenti termici possibili. La bollitura cambia il colore, oltre che impoverire l'alimento, mentre è molto più adatta la cottura a vapore, che ne mantiene le peculiarità organolettiche. Tagliare i vegetali a pezzi piccoli ne facilita e velocizza la cottura.


Rosso pomodoro
Il rosso del pomodoro, tanto amato dai bambini, mette allegria e dona una sferzata di energia. Questo colore è legato al licopene, un pigmento dal potere antiossidante molto forte, al punto da resistere anche alla cottura.
In genere, per mantenere il rosso degli ortaggi è bene cuocere in acqua leggermente acidulata: aggiungete quindi poche gocce di succo di limone fresco, oppure un cucchiaio di aceto.

Giallo e arancione
Si associano alla bontà e genuinità, e in questo i cereali ci possono davvero aiutare, offrendo l'opportunità di pasta e riso nutrienti, sane e, se associate alle verdure, molto equilibrate. Di solito i bimbi apprezzano molto questi alimenti proprio perché di colore vivace e allegro. Via libera a peperoni, zucche, ma anche a albicocche, pesche, cachi, ecc

Bianco e... puro!
Il bianco è associato alla purezza e il fatto di trovarlo in associazione al verde, ad esempio una mozzarella adagiata su un letto di rucola, è un binomio perfetto sia dal punto di vista nutrizionale sia cromatico.


Nero e blu
Tra i colori meno amati vi sono il nero e il blu; fatta eccezione per l'uva, ad esempio quella fragola, che è solitamente ben accetta dai bimbi perché molto dolce e simpatica da mangiare anche a merenda.

Oltre ai colori dei cibi, non vi è poi da dimenticare come si apparecchia: una tavola allegra fatta di una bella tovaglia colorata, corredata da tovaglioli vivaci, da piatti e bicchieri anche spaiati (oggi va anche di moda) in cui ciascun commensale ha un colore diverso, può essere davvero stimolante per incrementare la voglia di consumare un buon pasto, anche da parte del bambino più svogliato.
Fatevi poi aiutare ad apparecchiare dai vostri figli, si responsabilizzeranno e non vedranno l'ora di sedersi a quella tavola a cui anche loro hanno partecipato operativamente e attivamente.

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami