Home » Mamma » Infanzia » Il bambino mancino

Il bambino mancino

Che fare se ci accorgiamo che il nostro bambino inizia a scrivere con la mano sinistra? Assolutamente non cercare di correggerlo, non è un difetto! Per sicurezza si può consultare il pediatra, che ci darà rassicurazioni in merito.

Il bambino mancino

Bimbo mancino

 

Il bambino, intorno ai 18 mesi di vita, comincia a scarabocchiare con pennelli, pastelloni e matite, e c'è anche chi già intorno all'anno di età manifesta l'interesse di provare ad avere un foglio bianco e un colore per divertirsi, ma l'età comunque non è da generalizzare.


In ogni caso, è una cosa del tutto naturale che il bambino usi la mano destra per scrivere. Da sottolineare comunque che fino ai 18 mesi per il piccolo è davvero indifferente l'uso della mano destra quanto della mano sinistra, non solo per tenere in mano un colore e disegnare, ma anche per toccare gli oggetti e scoprire il mondo. Dopo il 18° mese invece si tende ad utilizzare, nella stragrande maggioranza dei casi, la mano destra, conferma che arriverà definitivamente poi con l'inizio della scuola elementare.

Chi usa la mano sinistra per scrivere è affetto da un fenomeno denominato mancinismo.


Ma perché alcuni bambini scrivono con la mano sinistra?

Può dipendere da molti fattori: dal fatto ad esempio che vogliono fare l'esatto contrario di mamma e papà (figure di riferimento per loro), oppure potrebbero soffrire di disturbi motori. Non bisogna allarmarsi, ma in quest'ultimo caso va consultato il pediatra.

 

Bimbo mancino


Il mancinismo comunque non è assolutamente un difetto; mentre un tempo era considerato una cosa fuori dal normale, oggi è semplicemente un'attitudine senza alcun rischio. Se un bambino arrivato in prima elementare continua ad usare la mano sinistra per scrivere, il consiglio che danno degli esperti del settore è quello di non sforzarlo per fargli utilizzare la mano destra: il bambino farebbe una fatica tremenda e andreste contro la sua volontà. Ma c'è di più! Potreste caricare il bambino di complessi di inferiorità e farlo sentire inadeguato, con il risultato involontario di provocargli problemi emotivi, per esempio la comparsa di tic o di balbuzie, dovute all'insicurezza che nascerà in lui. Non correggete quindi il mancinismo, è come chiedere ai destrimani di scrivere con la mano sinistra, si incontrerebbero le stesse identiche difficoltà.


È vero che un bambino mancino avrà maggiori difficoltà anche durante l'apprendimento della scrittura, in quanto ciò che scrive viene immediatamente coperto dalla stessa mano sinistra, ma poi si aggiusterà e diventerà per lui una cosa del tutto normale. Non fatelo sentire quindi “diverso” dagli altri.


Bimbo mancinoMolti genitori si chiedono, se essendo loro stessi mancini, avranno a loro volta un figlio mancino. Non è detto. Il fenomeno non è sicuramente da attribuire ad un effetto genetico. Ovviamente, un bambino nato da genitori mancini è probabile che sia più portato nel privilegiare la mano sinistra.


Ma quanti sono i mancini nel nostro Paese? Si stima che ci sia circa un 10% di persone che preferiscono scrivere con la mano sinistra per loro natura. Una piccolissima percentuale invece è da attribuire a persone “particolari”, che possiedono il dono di scrivere sia con la mano destra sia con la mano sinistra, e che sono denominate ambidestre.


Concludo l'argomento del mancinismo dicendo che il fenomeno non è assolutamente un disturbo né un difetto. È solo questione di portare avanti l'idea della “massa” in quanto la maggior parte della popolazione scrive con la mano destra, e questo viene definito il modo di scrivere “ufficiale”, ma non per questo deve essere “diverso” o non ufficiale chi scrive con la sinistra.

 

Bimba che scrive

Di , © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami