Home » Mamma » Gravidanza » Vomito in gravidanza: cosa fare in caso di Hyperemesis gravidarium

Vomito in gravidanza: cosa fare in caso di Hyperemesis gravidarium

1 donna gravida su 200 può soffrire, soprattutto nei primi mesi di gestazione, di forti nausee e continui attacchi di vomito, che in taluni casi costringono al ricovero

 Vomito in gravidanza: cosa fare in caso di Hyperemesis gravidarium

Le nausee nel primo trimestre di gestazione sono del tutto normali, spesso mattutine e nella maggior parte dei casi si risolvono spontaneamente superato questo periodo.
Ci sono però rari casi in cui alcune future mamme soffrono di forti nausee e episodi acuti di vomito in gravidanza. Questo disturbo è chiamato anche Iperemesi Gravidica o Hyperemesis gravidarum ed è preoccupante quando è continuo perché può provocare disidratazione.


Come si manifesta

Il vomito in gravidanza deve preoccupare se i sintomi sono continui (non si trattiene nulla da più di 24 ore), non si ha il tempo di reintegrare i liquidi persi e di conseguenza si ha perdita di peso, disidratazione (anche pelle e occhi si seccano), stanchezza eccessiva, scarso bisogno di fare pipì e le urine presentano un aspetto giallo scuro.
Se non si interviene i livelli di potassio nel sangue si abbassano eccessivamente causando problemi al fegato e carenza di sali minerali, fondamentali per uno sviluppo corretto del feto. Inoltre la disidratazione può abbassare notevolmente i livelli pressori, causando svenimenti e accelerazione dei battiti cardiaci.


Perché accade
Queste forme gravi di vomito in gravidanza sono in molti casi dovute all'innalzamento dei livelli dell'ormone Hcg e di estrogeni, comuni tra le primipare, nelle donne giovani e in quelle che aspettano dei gemelli. Un'altra causa può essere la presenza di una massa benigna, che si può formare nell'utero per cause ormonali.
Infine, studi recenti hanno anche ipotizzato un'origine genetica e sembra che le donne che soffrivano, anche prima di rimanere incinta, di forti mal di testa, problemi di stomaco o mal d'auto potessero essere più a rischio.


Cosa fare
E' importante non sottovalutare questa situazione e quando si accusano episodi di Hyperemesis gravidarium la donna deve andare in ospedale per ricevere le cure necessarie, solitamente a base di flebo che servono a reintegrare i liquidi persi. Bisogna anche seguire una dieta fatta di piccoli pasti asciutti, intervallati dall'assunzione spontanea di acqua. Alla futura mamma vengono poi somministrati antiemetici che servono ad attutire il vomito in gravidanza.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami