Home » Mamma » Gravidanza » Sesso in gravidanza

Sesso in gravidanza

Sono molte le coppie che durante la gravidanza smettono di fare l’amore per paura di fare male al feto. O ancora ci sono molti uomini che pensano di violare il rispetto, se hanno rapporti con la compagna in attesa. Ginecologi e medici continuano a ripeterlo: se la gravidanza procede in maniera ottimale non ci sono problemi, anzi il sesso aiuta a mantenere stabile il rapporto

Sesso in gravidanza

La separazione dalla funzione riproduttiva della sessualità da quella di gioco e piacere, spesso in seguito alla notizia di gravidanza, crea un’interruzione dei rapporti per molto tempo. Tra le causa di questo, c’ è il timore di danneggiare il feto; ma è importante sapere che il bimbo nel ventre materno è ben protetto all’interno del sacco amniotico e che è accuratamente isolato dal tappo mucoso. Quindi in nessun modo il pene può entrare in contatto con il feto. Altro motivo che porta alla sospensione dei rapporti è il cambiamento fisico e il timore di non essere più attraenti. Per le donne poi ci sono alcune manifestazioni fisiche come vomito, nausea, variazioni ormonali, dolore al seno, che molte volte causano un calo del desiderio.

È importante che le coppie sappiano che non ci sono controindicazioni al sesso in gravidanza (a parte rari casi che poi elencheremo) e anzi, alcune persone, complici gli ormoni femminili, riescono a provare molto piacere.

Credits: Foto di @derickray | Unsplash

Fattori di rischio

Ci sono situazioni in cui il ginecologo stesso inviterà la coppia a sospendere o ridurre l’attività sessuale, in particolare quando:

  • ci sono minacce d’aborto;

  • ci sono stati precedenti parti prematuri;

  • il collo dell’utero è molto dilatato;

  • ci sono sanguinamenti inspiegabili;

  • ci sono perdite di liquido amniotico;

  • c’è un'infezione in atto;

  • la placenta si trova troppo vicina la collo dell’utero e rischia di staccarsi;

  • sono presenti più feti.

 

Cosa va sempre evitato

Durante la gravdanza, anche quando tutto procede per il meglio, bisognerebbe evitare due comportamenti sessuali:

  1. il sesso orale praticato dall’uomo alla donna, perché potrebbe soffiare aria all’interno della vagina, causando un’embolia, con conseguenze letali per il bambino e per la mamma;

  2. entrambi i coniugi non dovrebbero avere rapporti non protetti con altre persone, perché potrebbero infettarsi e trasmettere malattie al bambino.

Credits: Foto di @setbydaniel | Unsplash

La sessualità trimestre per trimestre

Il primo trimestre di gravidanza è solitamente caratterizzato da un calo del desiderio da parte della donna; il secondo trimestre, quando cessano i disturbi funzionali (nausea, vomito), la voglia di fare l’amore aumenta e spesso gli orgasmi sono più intensi e frequenti; nel terzo trimestre, complice la pancia che cresce, verranno modificate le posizioni per fare l’amore. In questo periodo lo sperma, che contiene alcune sostante chimiche, potrebbe causare delle contrazioni e un parto prematuro, per questo motivo le ultime settimane vengono sconsigliati i rapporti completi.

Credits: Foto di @realkayls | Unsplash

E se proprio non si fa?

Come accennato in precedenza, ci sono coppie che o per motivi medici, o per motivi psicologici, non riescono proprio a fare l’amore. In questi casi si consiglia comunque di non sospendere tutta l’attività sessuale, ma di dedicarsi ad altre pratiche. È importante mantenere una certa intimità sia per il corpo che per la psiche. Coccole, baci e tenerezze creano un clima di serenità e rilassatezza, che aiutano a prepararsi al nuovo periodo carico di responsabilità e impegno.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami