Home » Mamma » Gravidanza » Il raffreddore in gravidanza, come contrastarlo

Il raffreddore in gravidanza, come contrastarlo

Fastidiosa patologia che durante i mesi di attesa risulta ancora più insopportabile, ecco come fare in caso accada

Il raffreddore in gravidanza, come contrastarlo

Il raffreddore in gravidanza è una patologia in cui si può incorrere anche facilmente.
Come spesso possiamo raffreddarci senza particolari preoccupazioni, durante la fase di gestazione questo piccolo inconveniente può creare fastidi, difficoltà perché, ovviamente, non è possibile usare gli abituali farmaci che quando iniziamo a starnutire e ad avere la sensazione di 'chiuso' al naso siamo solite assumere.
Quindi vediamo come è meglio gestire e contrastare questa patologia che, non è poi esclusivamente invernale, ma anche a causa di repentine variazioni di temperatura esterna o derivata dall'aria condizionata, può accadere.


Prevenzione
Potrebbe essere un consiglio scontato ma è la miglior tecnica per non incorrere nel raffreddore in gravidanza è evitare le situazioni che potrebbero causarlo. Evitate di passare repentinamente da ambienti troppo caldi ad ambienti troppo freddi e viceversa. Se poi siete particolarmente sensibili, anche quando andate al supermercato, portatevi qualcosa per coprirvi quando avvicinate i banchi del freddo. Evitate di uscire in giornate calde e ventose che portano spesso a sudare e poi a raffreddarsi col sudore addosso.


Comportamento in caso di raffreddore
Cercate di non farne un problema più grande di quello che è, il raffreddore in 2 o 3 giorni (almeno la crisi durante la quale non si sentono sapori e sembra di non respirare) passa. In ogni caso, cercate di seguire alcune semplici indicazioni

Riposo
E' fondamentale il riposo. Il raffreddore in gravidanza passa più velocemente se ci si riposa molto. Evitate quindi impegni, uscite, lavori in casa e dedicate il vostro tempo al relax. Prendetevi il vostro tempo.

Alimentazione
Una dieta ricca di sali minerali e vitamine, importante durante la gravidanza, assume un ruolo strategico durante questo tipo di malattie. Largo a frutta e verdura, cruda o cotta. Bevete molto, non solo acqua, anche tisane e succhi di frutta e spremute di agrumi che oltre ad idratare, integrano sostanze fondamentali per il sistema immunitario che contrasta così i virus.


Ambiente
Cercate di umidificare correttamente l'ambiente in cui vivete. Evitate che sia troppo secco, se avete un umidificatore utilizzatelo, anche se è estate. Magari inserite alcune gocce di pino o di 'odori libera naso' per aiutare la respirazione. Gli oli essenziali sono un toccasana.

Rimedi della nonna
Potete anche usare alcuni classici rimedi naturali che usavano le nonne. Per aiutarvi a respirare, fate pure delle inalazioni naturali con i vapori di acqua calda a cui avrete aggiunto foglie di menta o mentolo in gocce. Oppure usate il miele per addolcire il latte o gli infusi e le tisane, anche questo aiuta a sciogliere i bronchi e ad accelerare la guarigione. Concesso anche assumerne qualche cucchiaino durante la giornata se avete fastidio alla gola ed è molto secca.

Se il raffreddore in gravidanza però non passa, e anzi, magari subentrano altre patologie, come febbre, tosse importante, meglio rivolgersi al proprio medico, solo lui saprà darvi la giusta cura e risolvere la patologia.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS


Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami