Home » Mamma » Gravidanza » Nuoto in gravidanza, i benefici per la futura mamma - Parte 2 di 2

Nuoto in gravidanza, i benefici per la futura mamma

Parte 2 di "Nuoto in gravidanza, i benefici per la futura mamma"

Come praticarlo

Il nostro consiglio è quello di andare in piscina, assicurandosi ovviamente che vi sia il massimo igiene e di rispettare tutte le comuni misure di sicurezza per evitare il contagio da micosi e batteri vari. È importante poi seguire i consigli di un istruttore, il quale almeno all'inizio potrà istruire su quelli che sono i migliori stili da seguire durante la gravidanza.

Tuttavia, nuotare non risulta particolarmente rilassante per tutte le donne. Ecco che è possibile seguire ad esempio corsi di acquagym o altre forme di ginnastica in acqua. È una soluzione divertente, che aiuta a tonificare la muscolatura e rilassarsi. Ovviamente è importante iscriversi a corsi appositamente studiati per le gestanti.

Di Claudia Lemmi, © Riproduzione Riservata

PAGINA 2 DI 2
1 2
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami