Home » Mamma » Gravidanza » Mal di pancia in gravidanza: che fare?

Mal di pancia in gravidanza: che fare?

Durante i nove mesi di gravidanza può essere normale accusare alcuni fastidi, come ad esempio la nausea e il mal di pancia

Mal di pancia in gravidanza: che fare?

Quando un dolore è insistente e vi causa ansia, la cosa migliore che potete fare è andare dal dottore e parlare con lui, in modo che possa valutare il vostro stato di salute e dirvi come comportarvi.
Il mal di pancia in gravidanza è comunque un sintomo piuttosto ricorrente, come lo sono la nausea e il vomito. I disturbi addominali non sono rari durante i nove mesi di gestazione, la maggior parte delle volte sono perfettamente normali. Tuttavia visto che un sintomo può nascondere qualcosa di più serio, è importante non sottovalutarlo soprattutto quando è acuto e persistente.

 


Quando il disturbo non è pericoloso

 
Il mal di pancia è un problema comune e di sicuro lo avete sperimentato nella vita di tutti i giorni più di una volta e anche durante la gravidanza. Le cause più comuni dei dolori di pancia e addominali sono:

 

  • Stitichezza: la stitichezza in gravidanza è un problema abbastanza comune e si porta dietro anche il mal di pancia. Solitamente è causata dagli ormoni, i quali vanno a rallentare il movimento effettuato dal cibo all'interno del tratto digestivo. Altra causa è la pressione effettuata dall'utero sul retto. Anche di questo problema è necessario sempre discutere con il medico, in modo da trovare la soluzione più appropriata per non accusare troppo dei fastidi.

 

  • Gas addominale: i gas possono essere causa di pancia gonfia. Da una parte gli esperti ricordano che questo problema è spesso legato a stati di ansia. Dall'altra sembra che il gonfiore in gravidanza sia legato agli ormoni che provocano un rallentamento nella digestione e all'utero che, causando una pressione su intestino e stomaco, porta alla formazione dei gas e quindi al mal di pancia.

 

  • Dolore al legamento rotondo: i legamenti che sostengono l'utero si allungano per sostenerlo meglio nella fase di crescita. Potete avvertire sui lati dell'addome basso un dolore prolungato e lieve, mentre altre volte acuto e lancinante. Si manifesta di solito nel secondo trimestre. Questi dolori potrebbero presentarsi anche quando vi alzate, quando tossite o effettuate movimenti di rotazione.

 

In ogni caso, se avete dubbi sulla natura del vostro dolore e volete dormire sogni tranquilli, chiamate ugualmente il medico.


Quando il dolore è acuto
I dolori acuti non vanno curati con rimedi fai-da-te. Alcune volte possono essere seguiti da perdite di sangue, debolezza e nausea. Il mal di pancia in gravidanza quando è particolarmente forte può essere sintomo anche di un travaglio prematuro. Tale dolore dovrebbe essere accompagnato dalle contrazioni, una pressione pelvica e forti dolori alla schiena.
Un mal di pancia molto forte e continuo, seguito da crampi e perdite di sangue abbondanti possono indicare anche un aborto spontaneo. Anche la gravidanza extrauterina può avere gli stessi campanelli d'allarme. Tra le altre possibili cause vi è l'infezione del tratto urinario e il distacco della placenta.
Come vedete, in questi ultimi casi, si è di fronte a situazioni serie che non possono essere ignorate e necessitano il tempestivo supporto medico.




Di Claudia Lemmi © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami