Home » Mamma » Gravidanza » Ecografie in gravidanza, quando farle e a cosa servono?

Ecografie in gravidanza, quando farle e a cosa servono?

Grazie alle ecografie effettuate durante la gravidanza è possibile valutare con precisione lo sviluppo del nascituro

Ecografie in gravidanza, quando farle e a cosa servono?

Durante i 9 mesi di gravidanza il ginecologo prenota per i futuri genitori diversi appuntamenti fissi con l’ecografista per valutare la crescita del feto e il suo stato di salute in generale.

Di solito si raccomandano 3 ecografie durante tutta la gravidanza, una per ogni trimestre, ma quando necessario il ginecologo può prescrivere controlli aggiuntivi per valutare possibili situazioni di rischio.


L’ecografia, infatti, ha segnato un punto e a capo nel campo della diagnosi prenatale per la quantità e qualità delle informazioni che fornisce. Permette inoltre ai genitori di vedere e ascoltare il loro bambino molti mesi prima della nascita aiutandoli cosí nel difficile passaggio dalla vita di coppia all’arrivo del nascituro.
Questo esame funziona grazie all’emissione di onde a ultrasuoni che riflettono sullo schermo dell’ecografo l’immagine degli organi e delle ossa che incontrano sula loro traiettoria; è una tecnica comoda, affidabile e non invasiva.  


Ecografia del 1º trimestre
Questo primo controllo ecografico si svolge tra la settimana 11 e la 13 di gravidanza e normalmente avviene per via vaginale.
Il medico introduce delicatamente il traduttore, coperto da una guaina di silicone o caucciù, per poter vedere direttamente l’utero e ottenere l’immagine dei primi momenti della gravidanza.

  • Cosa vede il medico: In questa ecografia il medico conferma se c’è una gravidanza in atto e se l’embrione è ubicato correttamente; misurerà inoltre la traslucenza nucale per valutare un possibile rischio di anomalie cromosomiche.
  • Cosa vedono i genitori: un “ranocchietto” che misura tra i 4 e gli 8 centimetri. Potrete distinguere l’addome, la testa, il cuore e la vescica e sentire il battito del suo cuoricino. Non stupitevi se va come una moto, la frequenza del battito infatti è più del doppio di quella di un adulto.




Ecografia del 2º trimestre
Tra la settimana 18 e 22 di gravidanza viene effettuata la seconda ecografia programmata, anche detta morfologica, perché durante questa prova il medico misura e analizza nel dettaglio la struttura morfologica e la crescita del feto.

  • Cosa vede il medico: attraverso lo schermo dell’ecografo il medico il misura femore del feto per valutare i percentili di crescita e scartare eventuali malformazioni o ritardi dello sviluppo; valuta anche la quantità del liquido amniotico e le caratteristiche del cordone ombelicale. Se la posizione del feto lo permette in questa ecografia si identifica di solito anche il sesso del nascituro
  • Cosa vedono i genitori: nel secondo trimestre si possono già distinguere facilmente tutti gli organi del feto e vederlo muoversi agilmente all’interno del liquido amniotico. Tra le varie ecografie programmate in gravidanza in questa non è raro vederlo sbadigliare o ciucciarsi il dito, se volete un ricordo di questo momento ricordatevi di chiedere al medico che vi stampi una foto direttamente dall’apparecchio.


Ecografia del 3º trimestre
Si effettua tra la settimana 32 e la 36 di gravidanza e nella maggior parte dei casi è l'ultima occasione che hanno i genitori per vedere il loro bimbo prima che nasca.

  • Cosa vede il medico: si avvicina il momento del parto e il medico deve valutare il peso approssimato del nascituro, la posizione della placenta e del cordone ombelicale e misurare la quantità di liquido amniotico. Tutti questi elementi sono fondamentali per valutare eventuali fattori di rischio che potrebbero presentarsi al momento del parto.
  • Cosa vedono i genitori: le ultime immagini prima di poter finalmente abbracciare il loro bimbo. L'immagine non sarà cosí nitida come nell'ecografia morfologica, a causa delle dimensioni sempre maggiori del bebé.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami