Home » Mamma » Gravidanza » Doula, un aiuto per la futura mamma

Doula, un aiuto per la futura mamma

Una persona che guida, accompagna e rassicura le future mamme durante la gravidanza e nei primi mesi di vita del piccolo. Un tempo erano le nonne, le zie, le amiche di famiglia a fare tutto questo, ma oggi a causa delle dinamiche familiari molto cambiate, molte donne che si avvicinano a vivere la maternità sentono il bisogno di chiedere aiuto a questa nuova figura: la doula. Vediamo insieme di chi si tratta e che cosa fa.

Doula, un aiuto per la futura mamma

Doula

Un supporto

il termine Doula deriva dal greco e significa “colei che serve la donna”; fin dall'antichità le donne hanno sempre assistito le future partorienti: non solo chi aveva la competenza medica per farlo, ma anche figure come la nutrice oppure le sorelle o le amiche. La vicinanza e l'assistenza di un'altra donna in questa fase delicata e unica è sempre stata fonte di sicurezza e tranquillità.




La Doula è di fatto un'educatrice prenatale o perinatale e supporta prima del parto, durante e nei primi mesi del neonato. Il suo compito non sostituisce quello dell'ostetrica che ha competenze diverse, non somministra farmaci e non compie operazioni mediche. Il suo ruolo è di supporto psico-emotivo e deriva da un accurato percorso. Non ci si improvvisa doula!



Le sue competenze
Le mamme che decidono di farsi supportare da una doula hanno benefici in diversi campi, soprattutto quando il percorso inizia prima della nascita e non solo una volta nato il bebè. I principali ruoli della doula sono:

  • aiutare la futura mamma ad arrivare al momento del parto nel modo più naturale possibile
  • indurre a ricorrere il meno possibile ai farmaci, puntando invece su rimedi come il massaggio o l'aromaterapia
  • suggerire le posizioni più adatte durante il travaglio e il parto, soprattutto nelle fasi delle contrazioni
  • insegnare le basi dell'allattamento al seno

Doula
Benefici
Gli studi effettuati in questo campo hanno dimostrato che le mamme che si sono affidate ad una doula professionista, hanno diminuito notevolmente il rischio di depressione post partum, imparando a gestire l'ansia e la sensazione di abbandono che spesso compaiono dopo la nascita del piccolo.
Il travaglio, inoltre, avviene in maniera più spontanea con una notevole diminuzione di parti cesarei. Spesso poi il percorso della gestione del dolore permette di diminuire l'uso di analgesici registrando anche una richiesta di anestesia epidurale.
Infine a livello psicologico le mamme hanno più fiducia nelle loro capacità e vivono più serenamente la relazione con il partner e il loro bambino.


Il legame mamma-doula Doula
Solitamente tra la mamma e la doula nasce un rapporto affettivo profondo perché si aiuta la donna a d allattare, a riorganizzare la vita domestica a considerare le priorità e le cose che si possono invece rimandare, a sciogliere i mille dubbi e le varie paure. E anche i papà, spesso partecipano più attivamente durante tutto il percorso.


Dove trovarle
L'assistenza della doula può essere richiesta a casa o in ospedale, a pagamento. Tale servizio può essere rimborsato se si ha una polizza sanitaria privata. Il costo va dai 15 ai 50 € all'ora, a seconda anche delle competenze della doula (alcune insegnano anche tecniche yoga, di massaggio neonatale, e tecniche per l'allattamento). Per avere un elenco delle doule italiane si possono consultare i siti www.mondo-doula.it e www.doula.it.

Di © Riproduzione Riservata
TAG  gravidanza  
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami