Home » Mamma » Gravidanza » Chili in gravidanza

Chili in gravidanza

In gravidanza è inevitabile un progressivo aumento di peso: ma quanti sono i chili "giusti" da mettere in gravidanza?

Chili in gravidanza

L'inizio della gravidanza coincide con l'aumento di chili. Ed è il problema un po' di tutte le donne...la linea che se ne va e chissà mai se un giorno tornerà!!! Quanti chilogrammi bisognerebbe mettere in gravidanza? “Se ingrasso tanto, farò male al mio bambino?” E “se ingrasso poco, crescerà bene lo stesso?”. Vi dico in breve la mia esperienza, prima di entrare nello specifico con alcuni consigli.

Due mesi e mezzo prima della nascita di mio figlio, la bilancia segnava solo un chilogrammo in più dall'inizio della gravidanza. Non vi nascondo che un po' ero preoccupata, il pancione che avrei voluto “sfoggiare”, non si vedeva molto....e considerato che era nel periodo di Natale, era “nascosto” sotto al cappotto....! Alla visita di controllo la ginecologa mi conferma che il bambino sta bene, cresce ma che sicuramente non sarà un torello. Alla 31° settimana, all'ultima ecografia, l'ago della bilancia segnava + 3 chilogrammi e la ginecologa mi aveva stimato il peso: il mio bambino pesava già 2 chili....e da lì alla nascita sarebbe aumentato di altri 1.800 grammi per un totale di 3.800 grammi alla nascita....altro che torello!!! Alla fine della gravidanza i chili per me erano diventati 7, e il mio bambino alla nascita pesava 3.500 grammi.


Ho perso subito 6 chili, e altri 5 li ho persi durante l'allattamento. Il risultato è stato che ho ridotto di una taglia i miei pantaloni, ho ritrovato la forma, direi quasi subito e ora sto meglio di prima! Non chiedetemi come ho fatto, in un certo senso a mantenere la linea anche durante la gravidanza...non ho mai fatto diete in vita mia, tanto meno ho pensato di farne in quel periodo.
Aumento di peso in gravidanza
Diciamo che in genere nel primo trimestre di gravidanza, l'aumento di peso varia a seconda dei mutamenti del corpo, in genere non va oltre ai 2 kg.
Nel 2° trimestre invece, il pancione aumenta di più, il bimbo cresce e l'ago della bilancia avanza di altri 6 kg.
Nel 3° trimestre, si aggiungeranno altri 5 chilogrammi, per un totale di circa 12-13 chilogrammi come massimo peso da raggiungere. 
Ma l'aumento di peso dipende da molti fattori. Solitamente, il ginecologo “avvertirà” la futura mamma di quanti chili può permettersi di aumentare. Se però notate che il peso aumenta a dismisura senza un motivo apparente (quindi non c'è collegamento tra la vostra alimentazione sana e la bilancia), avvertite immediatamente il vostro ginecologo. Infatti, in questi casi possono aumentare i sintomi di  normali disturbi  che ci sono durante la gravidanza, come ad esempio il mal di schiena, l'ipertensione ovvero la pressione alta ( a questo proposito è utile controllare la pressione arteriosa una volta alla settimana), la pesantezza del corpo, il formicolio degli arti , soprattutto alle gambe.

Attenzione anche alla gestosi, ovvero un aumento di zuccheri nel sangue, che fa male non solo alla mamma ma anche al bebè. Il consiglio è quello di seguire le indicazioni del ginecologo per una corretta alimentazione senza abbandonare l'attività fisica, che risulta utilissima durante la gravidanza. Segnaliamo il nuoto (a questo proposito sono molte le strutture che organizzano i corsi specifici per le gestanti), la ginnastica dolce e lo yoga , di cui ne parlo in modo specifico, sempre all'interno di questa rubrica.

Di © Riproduzione Riservata
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO


GOOGLE ADS

Questo sito Web utilizza "cookie" a fini statistici e per la navigazione nonché cookie di terze parti. Continuando la navigazione su questo sito, ritornandovi in seguito, cliccando sui link al suo interno o anche facendo scrolling dichiari pertanto di acconsentire al loro utilizzo. [Cookie Policy]  

Accedi con facebook Accedi con google



Hai dimenticato la Password?
Non sei ancora iscritto?

Ricordami